/ Busto Arsizio

Busto Arsizio | 14 aprile 2024, 08:35

Gli omaggi a Ferdinando Collini: il lavoro, la tenacia, la gentilezza e quell'amore per la montagna

Dalla politica al commercio i ricordi del fondatore della coltelleria: «È una perdita per tutta la comunità»

Gli omaggi a Ferdinando Collini: il lavoro, la tenacia, la gentilezza e quell'amore per la montagna

La famiglia, il lavoro, la comunità: un confine che diventa sempre più impalpabile quando se ne va una persona che ha caratterizzato la storia di Busto. Perché la famiglia di Ferdinando Collini - scomparso a 81 anni, LEGGI QUI E QUI - è quella che ha creato con Laura, certo, i figli, i nipoti, ma è poi anche il suo negozio, i suoi collaboratori e poi i clienti che entravano nella coltelleria di via Cavallotti. Che avevano premiato il suo sforzo, iniziato in città 56 anni fa.

Così gli omaggi a questo imprenditore delineano tutti questi tratti. A partire dalla vicesindaco di Busto Manuela Maffioli: «Quando scompare un protagonista della vita anche economica della città, è una perdita non solo per i familiari e i suoi affetti ma per tutta la comunità - ribadisce - È corretto onorarlo ricordando anche l’importante investimento che ha deciso di fare anni fa nella nostra città, investimento che ha dato e sta dando grandi frutti grazie alla capacità e allo spirito di impresa». Che ha saputo trasmettere. Il pensiero va alla moglie e ai figli che ne hanno raccolto il testimone: «Mi rivolgo a loro, oltre che come interlocutori istituzionali nel settore commerciale, innanzitutto come figli».

Cordoglio è espresso dal mondo del commercio. Sarah Leoni, presidente del Comitato commercianti centro cittadino, ha la sua attività a pochi metri dalla Coltelleria: «Siamo vicini a Rudy ed a tutta la famiglia Collini per la perdita improvvisa dell’amato papà Ferdinando. La notizia ci ha raggiunto stamane, lasciandoci sgomenti ed increduli. Ci stringiamo a lui, Chiara, Marco ed a tutta la famiglia Collini in questo momento di dolore».

Così Alessandra Ceccuzzi, che del Comitato era guida fino allo scorso anno: «È difficile trovare le parole giuste per una cosa così inaspettata. I commercianti sono parte della vita di una città, e quando uno di loro ci lascia è come se la città perdesse un pezzo del mosaico che la compone».

Francesco Dallo è il direttore di Confcommercio a Busto, associazione che è guidata dal figlio di Ferdinando, Rudy: «Addolorato ricordo la sua correttezza, i suoi modi gentili, lo vedo instancabile e sempre con il sorriso. Mi mancheranno le nostre chiacchierate in cui condividevamo il nostro amore per la montagna».

Ma. Lu.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore