/ Cronaca

Cronaca | 17 gennaio 2020, 21:29

17 gennaio 1998. Quel figlio ucciso dalle Bestie di Satana e il dolore senza fine di un padre: «Nessuno dimentichi Fabio, Chiara, Mariangela e Andrea»

Michele Tollis, padre di Fabio, ucciso esattamente 22 anni fa delle Bestie di Satana, ha voluto ricordare il figlio con un post su Facebook intenso e commovente

17 gennaio 1998. Quel figlio ucciso dalle Bestie di Satana e il dolore senza fine di un padre: «Nessuno dimentichi Fabio, Chiara, Mariangela e Andrea»

Un post intenso, duro, commovente. Il post di un padre che a 22 anni dalla morte di figlio non sa ancora darsi una risposta a quella domanda terribile. Perché?Ventidue anni di dolore per papà Michele che non ha dimenticato il figlio Fabio nel giorno dell'anniversario della sua tragica, assurda, morte. 

Michele è il padre di Fabio Tollis, ucciso, con Chiara Marino, dalle Bestie di Satana il 22 gennaio 1998. Papà Michele lo ha ricordato in un lungo post su Facebook nel quale ha ricostruito tutto, a partire da quel maledetto pomeriggio. L'ultima volta che vide il figlio tragicamente scomparso. Ecco il testo integrale pubblicato nella serata di oggi da Michele Tollis.

Sabato 17 gennaio 1998 ore 16 circa, esattamente 22 anni fa. 

"Fabio: Pa', mi dai qualche lira in più? Stasera resto fuori a mangiare una pizza con gli amici."

"Papà Michele: to' li meriti, il doppio della solita paghetta (20.000 lire)".
"Fabio: bacino a mamma Elena, saluto a Arianna e Beppe, (sorella fratello). Ciao Pa' grazie, a stasera".

Fabio esce da casa nostra in compagnia di Mario Maccione e Marco Zampollo, direzione fiera di Senigallia, mangiare una pizza con un gruppo di amici e concludere la serata al pub. 

Fabio non farà mai più ritorno a casa, stessa sorte per la sua amica Chiara.

Febbraio 2003: la procura di Milano archivia il fascicolo Fabio e Chiara con la motivazione: "fuga volontaria". 

4 giugno 2004: esattamente 6 anni e 4 mesi dopo, il sottoscritto in stretta collaborazione con la procura di Busto Arsizio, nella persona del Sostituto Procuratore dott. Tiziano Masini, con la collaborazione del comando carabinieri di Somma Lombardo, e il comando carabinieri di Varese, vengono a capo di uno dei più crudeli, feroci, e impietosi della storia del crimine.

Fabio e Chiara erano stati massacrati e seppelliti nel parco del Ticino a Somma Lombardo.

A ideare, premeditare, eseguire, occultare, e depistare con comportamento  omertoso, un branco di scellerati deviati mentali denominati le Bestie di Satana, che in concorso tra di loro risulteranno i responsabili di tale scempio.

I loro nomi: Paolo Leoni Ozzy, Nicola Sapone, Andrea Volpe, Marco Zampollo, Pietro Guerrieri, Eros Monterosso, Mario Maccione, Massimino Magni. Risulteranno responsabili di altri due efferati delitti: il suicidio indotto di Andrea Bontade, e l'impietoso ulteriore massacro di Mariangela Pezzotta.

Tra l'altro con il loro abominevole operato hanno sporcato la reputazione di tanti giovani e bravi musicisti Metal degli anni ,70/80, compresi i gruppi formatosi prima e dopo tali accadimenti.

I responsabili, giudicati e condannati dalla giustizia degli uomini saranno giudicati e condannati anche dal Dio in cui credono (se esiste). L'opinione pubblica: ognuna/o e libera/o di farsi una sua opinione, i fatti sono questi. 

Il sottoscritto ha stilato questo Post affinché nessuno dimentichi Fabio, Chiara, Mariangela e Andrea Bontade. Rip.

Rispetto, Onore, e Gloria per le vittime.

Mike

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore