/ Valceresio

Valceresio | 18 aprile 2024, 18:03

«Se Cantello pensa quale sia la sua festa, pensa sicuramente all’asparago: una responsabilità che ci inorgoglisce»

A poco meno di un mese dal via, sono già in corso i preparativi per l’edizione numero ottantadue della Fiera. Ai comandi delle operazioni, come sempre, il team della Pro Loco, fresca di rinnovo del consiglio e di conferma della presidentessa Antonella Premoli: «Un impegno non indifferente, ma siamo contenti di valorizzare un prodotto di qualità. Che bello riuscire a coinvolgere i giovani, loro sono il futuro»

«Se Cantello pensa quale sia la sua festa, pensa sicuramente all’asparago: una responsabilità che ci inorgoglisce»

A poco meno di un mese dal via, preparativi già avviati per l’ottantaduesima edizione della Fiera dell’Asparago di Cantello, che si terrà preso l’area feste Franco Catella dal 17 al 19 e dal 24 al 26 maggio (leggi QUI).

Ai comandi delle operazioni, come sempre, c’è il team della Pro Loco, già al lavoro per arrivare preparata all’evento atteso non solo dai cantellesi, ma anche da numerosi abitanti della provincia, del nord Italie e del Ticino.

In attesa del programma completo (che a grandi linee ricalcherà quello dello scorso anno) è già stata annunciata, per domenica 26 maggio, l’esposizione delle automobili dell’Abarth Club di Varese. A questo si aggiungerà una presenza più sostanziosa delle bancarelle e, sempre il 26 maggio, il gruppo dei Truzzi Volanti.

La Pro Loco si presenta all’appuntamento fresca di rinnovo del consiglio e di conferma alla presidenza per altri quattro anni di Antonella Premoli: «Il consiglio è stato un po’ rinnovato: ora è molto più giovane ma con uno spirito sempre molto attivo».

«Siamo circa novanta associati - racconta Antonella - di cui che lavorano manualmente sono una settantina, ma tutti si rendono utili, ognuno come può. I giovani sono sempre difficili da coinvolgere, ma noi devo dire che siamo molto contenti anche sotto questo aspetto e ne siamo soddisfatti».

Nella mattinata di domenica 19 maggio si terrà il tradizionale Incanto, ovvero un’asta in cui i produttori venderanno dei mazzi di asparagi e i cui ricavi andranno donati per il restauro della chiesa di San Lorenzo.

Come ci aveva già raccontato uno dei produttori locali (leggi QUI) la raccolta degli asparagi è stata quest’anno anticipata, a causa di un inverno secco e del caldo precoce. «Ma fino a fine maggio dovrebbe andare avanti la raccolta. Con la Fiera ci sentiamo una certa responsabilità anche verso i produttori perché per loro è una grande opportunità, e ne sono consapevoli».

Una responsabilità grande per la Pro Loco, anche nei confronti della comunità cantellese, che «se pensa quale sia la sua festa pensa sicuramente all’asparago» afferma Antonella.

«Per noi è un impegno economico non indifferente, ma siamo molto contenti di come lavora il consiglio e dei giovani che riusiamo a coinvolgere, il futuro della Pro Loco sono loro. Io personalmente sento il peso, è un’eredità che arriva da mio nonno e da mio papà. Lo sente tutto il consiglio, ma siamo felici e contenti di valorizzare un prodotto di qualità: è una grande responsabilità che però ci inorgoglisce».

Redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore