/ Varese

Varese | 19 ottobre 2022, 11:36

Autovelox in viale Europa, partiti i lavori. Entrerà in funzione a fine novembre

Il rilevatore sarà posizionato all'altezza del civico 30 e controllerà i 70 orari in entrambe le direzioni di marcia. L'assessore Catalano: «Su quella strada numerosi incidenti con prognosi da 40 giorni dovuti alla velocità. Sono i dati a chiederci di intervenire per la sicurezza stradale»

Autovelox in viale Europa, partiti i lavori. Entrerà in funzione a fine novembre

Sono entrati nel vivo questa mattina i lavori propedeutici all’installazione del nuovo avutovelox che sorgerà all’altezza del civico 30 in viale Europa. Gli operai sono al lavoro per la realizzazione di uno scavo traversante in mini trincea: in un secondo momento verrà quindi installata la colonnina contenente il rilevatore che sorgerà lungo lo spartitraffico e controllerà la velocità delle auto in entrambe le direzioni di marcia.

I lavori termineranno nei prossimi giorni, ma per vedere in funzione l’autovelox bisognerà attendere l’ultima settimana di novembre, come confermato questa mattina dall’assessore alla Polizia Locale, Raffaele Catalano: «Seguirà poi un periodo di verifiche prima che il dispositivo diventerà operativo» spiega l’assessore, che ci tiene a sottolineare la natura preventiva per la sicurezza stradale dell’intervento.

«In viale Europa ci sono stati diversi incidenti con prognosi dai 20 ai 40 giorni - aggiunge - e le statistiche e i dati che abbiamo analizzato sono inequivocabili nell’affermare che la causa dei sinistri è da attribuire alla velocità sostenuta. Spesso si parla di numero di incidenti, ma quello che è più importante è valutare la gravità degli stessi, e in questo viale Europa è sicuramente una delle zone più sensibili della città. Non lo dico io - continua Catalano - ma lo dicono i dati, che ci spingono a intervenire per la sicurezza. Si tratta comunque di una zona in cui il limite è di 70 all’ora, non di 30…». 

Quello di viale Europa è il primo di quattro autovelox che nei prossimi mesi saranno installati in città: uno sorgerà in via Campigli, il secondo in via Saffi e il terzo sulla provinciale della Rasa. Tutte strade che presentano gli stessi rischi di viale Europa, secondo quanto rilevato dal Comune, e sulle quali sono in corso tutte le analisi del caso prima di arrivare all'installazione.

«C’è un complesso lavoro di analisi prima di dare il via libera all’installazione dei rilevatori - dice Catalano - che riguarda tanti elementi tra cui flussi di traffico, numero di incidenti e tipologia di strada. Una volta individuata una strada a rischio il Comune dà il nullaosta prima che Prefettura e Polizia Stradale diano il via libera. È quello che è successo anche in viale Europa».

Redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore