/ Varese

Varese | 21 settembre 2022, 10:01

Max Laudadio aggredito in un parcheggio di Varese durante le riprese di Striscia la notizia

Durante i lavori per la nuova edizione del telegiornale satirico di Canale 5, il noto inviato attivo nella nostra provincia è stato aggredito dai gestori di un’area della città con calci, pugni e bastonate. Trasportati in ospedale, sette giorni di prognosi per lui, venti e naso rotto per il suo operatore

Un'immagine dell'aggressione a Max Laudadio (foto di striscialanotizia.mediaset.tv)

Un'immagine dell'aggressione a Max Laudadio (foto di striscialanotizia.mediaset.tv)

Il cicalotto ha rischiato di essere schiacciato. Stiamo parlando del personaggio interpretato da Max Laudadio, il noto inviato del tg satirico Striscia la notizia, che è stato aggredito durante le riprese di un servizio in un parcheggio di Varese.

Il parcheggio in questione era già stato oggetto di un'inchiesta da parte dei due lo scorso 25 aprile, ma evidentemente il loro intervento fu vano.

Come riporta il sito del programma (leggi QUI), Max e il suo cameraman stavano girando un servizio per la nuova stagione di Striscia, quando gli operatori del parcheggio, rei di intascare contanti e alzare la sbarra manualmente, hanno preso a calci, pugni e bastonate sia l’inviato sia l’operatore.

«Appena arrivato, la gestrice ha cominciato a insultarmi e minacciarmi. Poi ha chiamato il fratello, che è partito con una scarica di pugni e calci contro di me e poi contro l’operatore, a cui ha sbattuto violentemente la testa contro il muro» le parole di Laudadio.

«Il colpo di grazia l’ha dato la signora - continua Laudadio - È tornata e con un bastone di metallo ha rotto il naso all’operatore. Per fortuna, è arrivata la polizia».

I due sono stati trasportati in ospedale: per Max sette giorni di prognosi, mentre per il cameraman naso rotto e venti giorni di prognosi.

Non si conosce, al momento, il giorno della messa in onda del servizio.

Lorenzo D'Angelo

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore