/ Territorio

Territorio | 22 novembre 2021, 17:41

Laveno diventa comunità circolare con il baratto, il bookcrossing e i laboratori di riciclo creativo

Nella Settimana Europea per la riduzione dei rifiuti sono tante le iniziative in programma nella cittadina lacustre che coinvolgono il Comune, le scuole, la biblioteca e le associazioni

Laveno diventa comunità circolare con il baratto, il bookcrossing e i laboratori di riciclo creativo

La Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti si celebra quest’anno dal 20 al 27 novembre e Laveno Mombello si trasforma in una comunità circolare con eventi, laboratori, iniziative di sensibilizzazione per ridurre lo spreco e promuovere il riutilizzo.

Grazie all'organizzazione del Comune di Laveno Mombello insieme alle scuole e associazioni del territorio nell’arco della settimana si spazierà dal baratto al bookcrossing a laboratori di sartoria e riciclo creativo.

Da sabato 20 novembre e fino al 27 è aperto il Baratto di vestiti, giochi e libri, presso l’ITEP Galilei in Via Alla Torre 16 a Laveno, gestito dai ragazzi e ragazze dell’Istituto Galilei e del Liceo Sereni con la collaborazione dei volontari delle associazioni lavenesi. Si possono portare e prendere fino a 20 oggetti in buono stato e gli orari di apertura sono: sabato 9.30 - 12.30; 14.30 – 18.00 e da lunedì a venerdì 14.00 – 17.00.

Nel pomeriggio di sabato 20 novembre diverse squadre di volontari (tanti giovani studenti delle scuole) si sono dati appuntamento per la giornata ecologica “Puliamo il paese”, evento di volontariato civico che il Comune di Laveno Mombello proporrà a cadenza mensile per sensibilizzare la cittadinanza sul ruolo attivo che ognuno può avere nella pulizia del territorio.

Mercoledì 24 novembre dalle ore 15 al Midec, si costruiranno casette per il bookcrossing da oggetti di recupero in un laboratorio con Stefano Castiglioni. Le classi della scuola secondaria G.B. Monteggia di Laveno individueranno le località più adatte al posizionamento delle casette e le proporranno all’amministrazione comunale, insieme a slogan in diverse lingue e volantini per promuovere il bookcrossing con lo slogan “Idee in circolo, libri per la comunità”.

Martedì 23 novembre alle ore 20.45 presso la sala consiliare si terrà “Spesa Leggera”, incontro di sensibilizzazione per la cittadinanza e i commercianti sugli acquisti senza imballaggi: dal progetto spesa sballata ai negozi di prodotti sfusi, ai gruppi di acquisto solidale. Interverranno: Silvia Colombo e Michele Giavini dell’Osservatorio Provinciale Rifiuti – ARSambiente, Anna Berti Suman (GAS Laveno), Barbara Cattaneo (Famiglie sballate), Fabrizio Biganzoli (UsoSfUso). L’incontro sarà trasmesso anche in diretta streaming sul canale youtube del Comune.

Si continua poi in Biblioteca mercoledì 24 novembre alle ore 14.30 con il laboratorio di sartoria creativa per dare nuova vita a vecchi capi, a cura del gruppo di cucito L’ago Maggiore; giovedì 25 novembre alle ore 15.00 laboratorio di collage “Ritagli di donne”, ricomposizione di profili artistici di donne a cura dell’Atelier Capricorno, in occasione della Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne; sabato 27 novembre alle ore 10 “Riciclarte” laboratorio per famiglie di costruzione di libri con materiali di riciclo a cura di Tiziana Figus.

Sabato 27 novembre il riciclo creativo continua anche presso la Scuola dell’Infanzia Scotti, dove alle ore 10 si creeranno collane da vecchie magliette grazie a un laboratorio di bijoux a cura di Laura Silvestri e Grazia Chinzi e sarà offerta una merenda a base di ricette anti-spreco.

Nella stessa mattinata gli alunni del Liceo Sereni di Laveno Mombello grazie a un progetto didattico promosso da Legambiente Laveno-Luino saranno fuori dai supermercati cittadini per sensibilizzare gli acquirenti sulla riduzione degli imballaggi negli acquisti.

Tutti i laboratori realizzati durante l’evento “#ioperlambiente” sono a numero limitato, con obbligo di Green Pass, iscrizioni al link: https://comunelavenomombello.eventbrite.it/ 

Tantissime le iniziative con cui studenti, associazioni e amministrazione comunale intendono sensibilizzare la cittadinanza alla riduzione dei rifiuti. Particolarmente attive le scuole: oltre all’organizzazione degli eventi già citati, le classi della scuola secondaria IC Monteggia approfondiranno il concetto di economia circolare, monitoreranno la produzione dei rifiuti a scuola e avvieranno un’indagine sui luoghi nel territorio dove è possibile realizzare acquisti sfusi.

Gli alunni della scuola dell’infanzia Scotti per tutta la settimana realizzeranno il pedibus, prestando particolare attenzione a raccogliere eventuali rifiuti che incontreranno per strada e peseranno gli scarti vegetali che inseriranno nella compostiera per quantificare la riduzione dei propri rifiuti.

 

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore