/ Territorio

Territorio | 09 luglio 2021, 13:21

Al Geymonat uno studente su 10 ha preso cento

Successo per i maturandi dell'istituto di Tradate. La dirigente Olgiati: «Questo è il degno coronamento di un percorso»

Al Geymonat uno studente su 10 ha preso cento

Sono ottimi i risultati ottenuti dai maturandi dell’Istituto Geymonat di Tradate, metà dei quali hanno guadagnato almeno 80 punti su cento all’esame di Stato.

Ad affrontare la prova sono stati 176 alunni, che hanno frequentato l’Itis o il liceo delle scienze applicate, e tra di loro sfiora il 50% il numero di coloro che sono arrivati almeno a quota 80, mentre più di un candidato su quattro ha conseguito un voto dal 90 in su.

A conquistare 100 punti, invece, sono stati quasi il 10% degli studenti, per la precisione 17, e cinque di loro hanno conquistato la lode come riconoscimento all’impegno e al lavoro svolto nel loro percorso di studi.

«I risultati ottenuti non sono un generoso regalo degli insegnanti – sottolinea la dirigente Adele Olgiati – ma il degno coronamento di un percorso. Valorizzano quindi l’impegno e le competenze che gli studenti hanno saputo sviluppare durante il quinquennio». Alcuni, infatti, potrebbero pensare che votazioni così importanti potrebbero essere state agevolate dalla composizione delle commissioni, che, come lo scorso anno, erano tutte formate da docenti interni, fatta eccezione per il presidente, ma come spiega la stessa dirigente scolastica ciò quest’idea non potrebbe essere più sbagliata. «Nulla di più falso – spiega la dirigente Olgiati – gli esami hanno permesso di dimostrare la qualità dell’offerta formativa assicurata dalla nostra scuola, che, oltre al liceo, conta quattro indirizzi tecnici: automazione, telecomunicazioni, biotecnologie ed elettronica».

La preside prosegue poi ricordando che all’interno del percorso di elettronica dallo scorso anno è attiva anche una sperimentazione di robotica, finalizzata allo studio specifico delle applicazioni industriali dell’elettronica, e questo permette agli studenti di affinare in maniera ancora più puntuale le competenze necessarie per proseguire gli studi o per inserirsi con successo nel mondo del lavoro.

Del resto i risultati esemplari conseguiti dai diplomandi dell’Itis di Tradate trovano conferma nell’alto tasso di occupazione di chi vi ha completato gli studi: «Un dato - concludono dalla scuola – convalidato dalla ricerca Eduscopio che viene condotta ogni anno dalla Fondazione Agnelli e che vede puntualmente il Geymonat distinguersi, fra le scuole a indirizzo tecnico e tecnologico, per l’elevata percentuale di occupazione dei neodiplomati. Anche per quanto riguarda il liceo, il buon andamento universitario degli ex alunni è certamente un riconoscimento dell’ottimo livello formativo garantito dall’istituto». 

Loretta Girola

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MARZO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore