/ Varese

Varese | 16 ottobre 2020, 11:22

Continua la protesta degli studenti del Casula: un centinaio di ragazzi fuori dai cancelli

Gli alunni chiedono massima attenzione alla prevenzione in materia di Coronavirus: «Siamo il futuro, metteteci al sicuro»

Continua la protesta degli studenti del Casula: un centinaio di ragazzi fuori dai cancelli

Continua il braccio di ferro tra studenti e Istituto Nuccia Casula: è in corso da questa mattina la protesta dei ragazzi. Sono oltre un centinaio quelli rimasti fuori dai cancelli - distanziati o riuniti in piccoli gruppetti e tutti con la mascherina indossata - per chiedere che vengano rispettate le norme anti Covid, a loro dire non applicate correttamente. «Siamo il futuro metteteci al sicuro» lo slogan affidato a un cartello affisso davanti ai cancelli della scuola.

«Dopo gli articoli sui giornali si sono dati una gran da fare a pulire ma quello che chiediamo è che venga fatto sempre, come dichiarato dalla preside - dicono gli studenti - Noi le pulizie a metà mattinata non le abbiamo mai viste fare e le foto dei banchi sporchi dimostrano quale sia la situazione». 

E poi, sempre secondo gli studenti, c'è la questione didattica: «Mancano i professori e le lezioni online non sono mai partite. Ad oggi nessuno di noi è stato ricevuto per tentare almeno una mediazione: ci sentiamo trattati come se il nostro parere è le nostre esigenze non contassero» concludono.

Alle istanze dei ragazzi sollevate mercoledì (leggi QUI) aveva risposto ieri la dirigente scolastica (leggi QUI) dicendo di essere disponibile a incontrarli per chiarire la situazione.

V. Fum.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore