/ Varese

Varese | 28 maggio 2020, 16:52

I bar restano aperti. Niente tornelli, vendita d'asporto di alcolici vietata dalle 19 e piazza Beccaria e via Vetera pedonali

Il sindaco ha firmato le ordinanze per regolare il divertimento serale in tempo di Coronavirus e nel rispetto delle norme anti contagio. Saranno valide per le prossime tre settimane e a farle rispettare ci penseranno le forze dell'ordine.

I bar restano aperti. Niente tornelli, vendita d'asporto di alcolici vietata dalle 19 e piazza Beccaria e via Vetera pedonali

AGGIORNAMENTO

Il Comune di Varese ha firmato oggi le ordinanze per regolare il divertimento serale in tempo di Coronavirus e nel rispetto delle norme anti contagio (allegata a fine articolo). Le misure sono state definite in accordo con quanto proposto nei giorni scorsi dagli stessi rappresentanti dei pubblici esercizi e sono il risultato di una mediazione che ha visto seduti al tavolo l'amministrazione, le forze dell'ordine e i proprietari di bar e ristoranti. 

Da questo weekend, e per tre fine settimane, sarà vietata la vendita d'asporto degli alcolici di qualsiasi gradazione a partire dalle ore 19 e fino alle 6 del mattino. Sarà possibile consumare alcolici solo seduti ai tavoli o in piedi esclusivamente nelle aree di pertinenza e di proprietà delle attività commerciali. Questa regola varrà anche nei festivi e prefestivi: dunque il prossimo weekend si applicherà anche nelle sere di lunedì 1 e martedì 2 giugno (Festa della Repubblica). Inoltre, durante le serate dei prossimi tre weekend sarà potenziata la sorveglianza delle forze dell'ordine che vigileranno sul rispetto delle misure in vigore: divieto di vendita d'asporto di alcolici dalle ore 19, distanziamento di almeno un metro tra le persone, divieto di assembramenti e obbligo dell'utilizzo delle mascherine.

L'ordinanza firmata dal sindaco oggi contiene però anche una misura legata alla pedonalità delle vie dove si svolge maggiormente la movida del weekend. L'amministrazione ha infatti deciso di chiudere al traffico per i prossimi tre weekend, dalle ore 20 all'una di nottepiazza Beccaria e via Vetera. La pedonalizzazione di queste aree ha come obiettivo quello di dare più spazio alle persone di muoversi e distanziarsi tra loro. 

«Abbiamo deciso di non anticipare la chiusura dei locali ma saremo inflessibili nel controllare il rispetto delle misure adottate a tutti i livelli istituzionali – afferma il vicesindaco Daniele Zanzi – Le ordinanze firmate oggi sono la sintesi di un confronto positivo con le attività commerciali che dunque non limitano l'attività lavorativa e nemmeno la possibilità di svagarsi per i tanti frequentatori del centro che rispetteranno le regole. Sperimenteremo queste misure per tre settimane augurandoci che tutti usino senso di responsabilità per evitare che si debba cambiare rotta e adottare regole più restrittive». 

«Oltre alle nuove norme per la sicurezza  - insiste l'assessore alle Attività produttive Ivana Perusin - abbiamo deciso anche di allargare la zona pedonale del centro. Questa misura sarà un vero e proprio test per far partire un progetto complessivo, in sinergia con i commercianti, che avrà come obiettivo la riqualificazione complessiva delle vie del centro anche con nuovo arredo urbano».

ORE 14:30
Si è da poco concluso il tavolo tra amministrazione, forze dell'ordine ed esercenti, per decidere la linea da adottare nei confronti dei locali e della movida, per evitare assembramenti nelle serate del fine settimana

Scongiurata la chiusura e il coprifuoco alle 22. Il sindaco ha deciso di concedere un'altra chance alla movida e di non penalizzare i bar. Tra le proposte che doveva valutare ha scelto quella prospettata questa mattina da Aime (leggi qui), ovvero il compromesso tra le diverse esigenze.

In realtà sono state le richieste espresse dagli esercenti "indipendenti" ad aver avuto l'accoglimento maggiore (leggi qui) a discapito di quelle indicate da Confcommercio e Confesercenti (leggi qui) che sono state giudicate troppo restrittive e poco praticabili.

L'accesso alle Piccola Brera non sarà quindi blindato. Non ci saranno transenne per contingentare gli avventori, ma dalle 19 i locali non potranno più vendere alcolici da asporto. Per aumentare lo spazio disponibile in zona ed evitare assembramenti, piazza Beccaria e via Vetera saranno inoltre chiuse al traffico. Queste sono le principali novità, che saranno in vigore per le prossime tre settimane. 

 

Valentina Fumagalli

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore