/ Varese

Varese | 28 maggio 2020, 18:58

Piano Movida: i commenti di esercenti e associazioni. La maggioranza è soddisfatta, piace l'idea di ampliare la zona pedonale

L'ordinanza di Galimberti è accolta con favore da esercenti, Aime e Confcommercio mentre Confesercenti sottolinea come siano «ancora troppe le responsabilità in capo ai titolari dei locali»: abbiamo raccolto il parere di tutti

Piano Movida: i commenti di esercenti e associazioni. La maggioranza è soddisfatta, piace l'idea di ampliare la zona pedonale

Attesa da giorni, oggi pomeriggio il sindaco Galimberti ha firmato l'ordinanza in cui sono contenute le nuove disposizioni in materia di contenimento degli assembramenti sulle aree pubbliche (leggi qui). Una vittoria a metà per i locali che, se da una parte sono contenti perché potranno restare aperti e perché le loro proposte sono state accolte dall'amministrazione con grande rispetto, dall'altra sentono gravare ancora troppo la responsabilità dell'ordine pubblico sulle loro spalle, almeno per Confesercenti.

«Per quanto ci riguarda - commenta Paolo Zanforlin di Aime - siamo soddisfatti della disponibilità all'ascolto dimostrata da questa amministrazione che ha voluto rinnovare la sua fiducia nel nostro lavoro. Siamo ancora più contenti che la linea del compromesso indicata da Aime (leggi qui) sia stata compresa appieno e di conseguenza sia stato rispettato il delicato equilibrio tra sicurezza e diritto al lavoro con responsabilità».

La stessa gratitudine arriva dal gruppo di esercenti “indipendenti”: «Pur non essendo iscritti a nessuna associazione di categoria ci è stata data la possibilità di presentare delle proposte che si sono poi dimostrate quelle più ragionevoli e meritevoli di accoglimento. Quindi non possiamo che ringraziare l'amministrazione e siamo ben felici di fare qualche sacrificio ancora per un po'». 

Tutti d'accordo sul blocco delle vendite d'asporto dalle 19, anche se questo rappresenta un grosso sacrificio e un'importante riduzione di lavoro necessari, però, per escludere che gli alcolici in circolazione provengano dai bar. Piace poi l'idea di pedonalizzare piazza Beccaria e via Vetera dalle 20 all'una di notte, creando una valvola di sfogo per le  vie Cattaneo e Cavallotti. «Se queste zone si potessero estendere ad altri comparti della città sarebbe meraviglioso  - commenta Antonella Zambelli di Confcommercio -  Penso per esempio alla via Volta che si trova in una posizione strategica, vicino al parcheggio di piazza Repubblica, è il naturale ingresso alla piazza Monte Grappa e si collega facilmente con tutti i lati del centro città».

Quello che invece fa storcere il naso a Confesercenti è questa frase contenuta nell'ordinanza: "Ai pubblici esercenti degli esercizi di somministrazione, a cui è fatto obbligo garantire le regole di distanziamento sociale all'interno dei locali e nelle aree pubbliche in concessione, è fortemente consigliato di disciplinare e regolare al meglio gli accessi, avvalendosi di personale addetto alla sicurezza”. In realtà tutti gli esercenti si erano detti disponibili ad aiutare a proprie spese le forze dell'ordine, assumendo personale dedicato al controllo dello spazio esterno ai locali e si sono già attivati per farlo

«Sarebbe stato preferibile rinunciare a parte degli incassi, obbligandoci a servire solo ai tavoli e bloccando anche il servizio di somministrazione al banco oltre che l'asporto, piuttosto che pagare di tasca nostra il personale di sicurezza privata e facendoci così carico di un compito che non ci compete – commenta invece Romana Dell'Erba di Confeserecenti – E' una grossa responsabilità che avremmo voluto risparmiare ai nostri associati». L'ordinanza, però, al riguardo non introduce un obbligo, ma un consiglio. 

La movida continuerà ad essere accompagnata da aperitivi e divertimento serale, a patto però che si dimostri coscienziosa e rispettosa delle regole, perché per quanto gli esercenti si possano impegnare, la responsabilità di assembramenti e comportamenti contro le regole rimane in capo ai singoli avventori. 

Valentina Fumagalli

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore