/ Basket

Basket | 13 giugno 2024, 18:51

Pallacanestro Varese, ma quanto mi costi davvero? Il paragone con le altre società di Serie A

Tagli dei prezzi per i posti più vicini al campo, aumento per settori popolari e Under 18: questo il contesto emerso dalla nuova campagna abbonamenti "Per la maglia" di Pallacanestro Varese. Da dentro la società fanno sapere che l’intenzione è di incentivare la sottoscrizione dei posti più appetibili, e lasciare i seggiolini economici alla vendita dei biglietti singoli, ma c’è anche una chiara logica di domanda-offerta dietro il nuovo listino. Ma la vera domanda è: come sono le tariffe di piazzale Gramsci paragonate a quelle delle altre partecipanti al massimo campionato?

"Per la maglia", la campagna abbonamenti 2024/2025 lanciata da Pallacanestro Varese

"Per la maglia", la campagna abbonamenti 2024/2025 lanciata da Pallacanestro Varese

«Cara Pallacanestro Varese, ma quanto mi costi?».

Non è improbabile che qualcuno dei tifosi biancorossi si sia posto questa domanda alla visione delle tariffe della campagna abbonamenti lanciata pochi giorni fa da piazzale Gramsci. Pensieri espressi in maniera più o meno esplicita da chi mercoledì si è affrettato a sottoscrivere la tessera stagionale all’apertura delle porte della Itelyum Arena (leggi QUI).

Listino prezzi che ha fatto storcere il naso a più di un fedelissimo. Più care le tessere per i settori popolari, al ribasso i costi di quelli più preziosi: questo il resumè del bollettino. Per fare nomi e cognomi (prezzi e settori, in questo caso), nella prima fase (quella riservata ai rinnovi) il costo dell’abbonamento stagionale in Parterre è quasi dimezzato, passando dai 1.800 euro dello scorso anno ai 990 di quest’anno: un ribasso davvero notevole. Prezzi abbassati anche per la Tribuna Gold, che passa dai "vecchi" 450 euro a 410. Trend inverso per Curva e Galleria, i settori più popolari e acchiappa giovani, allineate a 245 euro, ben 45 e 25 euro in più rispetto allo scorso anno.

E a proposito di giovani, la stangata peggiore arriva per i minorenni, storicamente "fascia protetta" a livello di costi d’ingresso (nessuna traccia, invece, degli Under 30, categoria evaporata dal listino): la Tribuna Gold passa per loro da 180 euro a 290, aumentando più della metà rispetto all’anno precedente, mentre, di fatto, si raddoppia nel settore Silver: da 130 euro a 255. Supera il raddoppio invece il rinnovo Under 18 nel settore giovane e popolare per eccellenza: la Curva, che passa da 80 euro a 190.

Persistono, invece, gli sconti per gli affiliati al trust Il Basket Siamo Noi (leggi QUI per le tariffe complete della campagna abbonamenti).

La logica dietro a questa politica, evidente e manifestata dall’interno della società, interpellata da VareseNoi, è principalmente quella di incentivare l’acquisto - tramite tessera stagionale - dei posti da cui l’esperienza della partita è più appetibile, lasciando più posti popolari possibili "liberi" e quindi vendibili per le singole partite, i cui prezzi, come nella stagione passata, dovrebbero continuare a oscillare sulla base della qualità teorica del match in programma. Ma è logico pensare anche a una semplicissima dinamica di mercato: i ricorrenti sold-out, anche durante una stagione non entusiasmante dal punto di vista dei risultati come la più recente, permettono alla società di poter vendersi meglio sul mercato dei tifosi. Aumento della domanda= aumento dei prezzi, sempre e comunque, e logicamente. Ovviamente sperando che la spesa trovi un’adeguata risposta dai risultati che il campo restituirà.

E nonostante qualche mal di pancia dai tifosi, non sono di certo mancati, anche quest’anno, gli abbonati della prima ora. Perché l’hanno fatto? Per la maglia, come diversi di loro hanno risposto e come la società ha battezzato la campagna. Eh sì, Per la maglia, perché purtroppo non è possibile per loro rispondere per la grande stagione appena terminata o per la squadra che è stata costruita/si sta costruendo. E anche per la società, meglio aprire la vendita in questo periodo, prima che le deadline per l’escape di alcuni giocatori rischino di lasciare una brutta sorpresa per tutti

Ma per fare un paragone e guardare un po’ più in là del proprio naso, come sono i prezzi di Pallacanestro Varese rispetto alle altre compagini del massimo campionato? Lo abbiamo fatto andando a vedere i costi della sottoscrizione stagionale più economica e più costosa per assistere ai match di LBA di ciascuna società, considerando i listini prezzi della stagione 2023/2024.

Due precisazioni: 1) i dati riguardano quindici società delle sedici partecipanti al campionato, in quanto i dati della sola Olimpia Milano non sono più disponibili; 2) la media è leggermente “dopata” dai prezzi della Reyer Venezia, che comprende in tutti i suoi abbonamenti per la LBA anche le partite di Eurocup e della squadra femminile, per un prezzo ovviamente ben sopra la media.

Il costo medio dell’abbonamento più economico di LBA nella scorsa stagione è stato di 197 euro; quello più prezioso è stato di 981 euro.

Tralasciando i prezzi della Reyer Venezia, per i suddetti motivi, i minimi dei costi per le tessere più economici sono stati quelli di Pesaro (110 euro), Scafati (140 euro), Tortona (140 euro), Treviso (145 euro) e Reggio Emilia (150 euro); i più alti Bologna (300 euro), Brescia (250 euro), Sassari (210 euro), Brindisi (210 euro), Trento (200 euro) e poi Varese (200 euro).

Per quanto riguarda i settori più preziosi, si va dai minimi di Napoli (360 euro), Treviso (420 euro), Scafati (470 euro) e Pistoia (530 euro), ai massimi di Varese (1.900 euro), Pesaro (1.500 euro), Reggio Emilia (1.400 euro), Brindisi (1.400 euro) e Trento (1.300 euro).

Occorre fare però un’ulteriore precisazione, ovvero che, teoricamente e in parte, i prezzi sono in funzione delle prestazioni della stagione precedente e rispondono alla logica di mercato della richiesta. Quest’ultima altissima nella stagione 2022/2023 per quanto riguarda i biancorossi, a spiegare, in parte, il suo essere stata tra le squadra più care del campionato a livello di abbonamenti per il campionato successivo.

Tornando al discorso di casa nostra sulla Pallacanestro Varese, nel complesso i prezzi degli abbonamenti per la prossima stagione rimangono più alti per i settori popolari rispetto alla media della LBA del campionato passato, ma vanno tendenzialmente ad allinearsi a quelli dei settori più vicini al campo.

Paragonando le tariffe medie di LBA dell'ultima stagione con quelle appena presentate da Pallacanestro Varese, i biancorossi registrano quindi quasi 50 euro oltre la media sugli abbonamenti più economici e solo 9 euro oltre la media sulle tessere più costose.

E nonostante la stagione appena conclusasi sia stata sotto le aspettative a livello di risultati, Pallacanestro Varese ha visto l’affluenza di pubblico salire del 3,7% rispetto al campionato precedente, ma, soprattutto (per tornare nuovamente al discorso della domanda), i biancorossi sono stati una delle tre squadra con una percentuale di riempimento almeno del 90%, dietro solo Trento e a Venezia.

La passione dei varesini per la propria squadra di pallacanestro è rimarcata da questi dati, e solo i dati finali sul numero di abbonati (se saranno resi noti) daranno un riscontro sul successo o meno della politica adottata quest’anno.

Al di là delle tariffe decise, lo zoccolo duro dei tifosi non verrà di sicuro a mancare. Resta da capire come risponderà a fascia degli Under 18, ovvero il potenziale zoccolo duro del futuro, penalizzata dai prezzi loro dedicati.

Lorenzo D'Angelo


Vuoi rimanere informato sulla Pallacanestro Varese e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 340 4631748
- inviare un messaggio con il testo PALLACANESTRO VARESE
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
VareseNoi.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP PALLACANESTRO VARESE sempre al numero 0039 340 4631748.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore