/ Varese

Varese | 18 aprile 2024, 12:17

VIDEO Dal 2018 al 2022 trentasette decessi sul luogo di lavoro in provincia di Varese: i risultati della ricerca di Camera di Commercio e INAIL

È uno dei dati emersi al convegno tenutosi stamattina in Sala Campiotti sul tema della sicurezza, degli incidenti e delle best practice sul luogo d’impiego. Il presidente Mauro Vitiello: «Tanto è stato fatto e tanto deve essere ancora sviluppato. Continuiamo a sensibilizzare sul tema». Presente anche il Prefetto Pasquariello: «Un luogo di lavoro sano crea benessere e riduce l'assenteismo»

VIDEO Dal 2018 al 2022 trentasette decessi sul luogo di lavoro in provincia di Varese: i risultati della ricerca di Camera di Commercio e INAIL

Un argomento di drammatica attualità come quello della sicurezza sul lavoro è stato il tema principale del convegno tenutosi stamattina presso Camera di Commercio.

L’incontro, realizzato nell’ambito della Rete provinciale per la sicurezza sul lavoro promossa dalla Prefettura di Varese, ha esposto i dati di una ricerca condotta da Camera di Commercio e INAIL sugli infortuni e i decessi sul luogo di lavoro nella nostra provincia.

I dati dicono che nel quinquennio 2018-2022 sono stati 37 i decessi verificatisi, con un picco di 10 nel 2019, per una media di oltre 7 all’anno. Di questi 37, sono 21 quelli avvenuti durante la vera e propria attività lavorativa, mentre 16 quelli durante il tragitto per recarsi sul luogo di lavoro.

Per quanto riguarda gli infortuni, invece, sempre nel quinquennio 2018-2022, ne sono stati denunciati, in media, circa 9.630. In quasi l’85% di questi casi, l’infortunio si è risolto con nessuna menomazione.

«Il ruolo della Camera di Commercio deve essere centrale attraverso prevenzione e protezione - ha dichiarato Mauro Vitiello, presidente di Camera di Commercio - Tanto è stato fatto e tanto deve essere ancora sviluppato. Le problematiche organizzative degli ispettorati sono tante, l’unico mezzo che ci rimane è sensibilizzare le aziende sul tema».

Presente al convegno anche il Prefetto della Provincia di Varese, Salvatore Pasquariello: «Bisogna continuare a implementare una cultura della sicurezza sul luogo di lavoro. Non basta quello che si fa in base alle norme, bisogna continuare a creare un clima nel quale i datori di lavoro e i lavoratori si sentano a proprio agio mettendo in campo tutte le misure atte a prevenire qualsiasi incidente. Un luogo di lavoro sano è un luogo che crea benessere, riduce l’assenteismo. È un valore aggiunto».

Altri saluti istituzionalei sono stati quelli di Iacopo Dambrosio, direttore territoriale di INAIL Varese, e quello di Salvatore Gioia, direttore generale di ATS Insubria.

È stato illustrato poi un approfondimento su trasporti e logistica, con le cifre relative al settore evidenziate dalla stessa INAIL insieme all’associazione ASEA. A seguire, poi, la presentazione di best practice in provincia di Varese.

«Un’occasione d’incontro grazie al contributo del Prefetto e alla collaborazione con Camera di Commercio - le parole di Iacopo Dambrosio, direttore territoriale di INAIL Varese - Gli infortuni e dei decessi, per quanto riguarda la nostra provincia, sono, per fortuna molto poco numerosi. Temi fondamentali per noi sono quelli della prevenzione e della sicurezza».

Redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore