/ Territorio

Territorio | 10 marzo 2024, 15:21

Allerta meteo della Protezione civile sul Varesotto per rischio idrogeologico e idraulico

Avviso in codice giallo emesso dalla Regione Lombardia nel primo pomeriggio di oggi nonostante l'attenuazione della perturbazione già nelle prossime ore. A Varese caduti da mezzanotte oltre 62 millimetri di pioggia, cresce ancora il livello del lago a Bodio

Allerta meteo della Protezione civile sul Varesotto per rischio idrogeologico e idraulico

Allerta meteo anche per il Varesotto. Vista la grande quantità d'acqua caduta nelle ultime ore - la centralina del Centro Geofisico Prealpino ha registrato dalla mezzanotte 62 millimetri di pioggia a Varese - la Protezione civile lombarda ha emesso nel primo pomeriggio di oggi un avviso in codice giallo per rischio idrogeologico e rischio idraulico valido anche per la nostra provincia.

Il fatto che la perturbazione dal primo pomeriggio abbia perso intensità dopo le abbondanti precipitazioni del mattino e della notte, non significa che l'attenzione sia in calo: da monitorare, in particolare, è il livello dei fiumi, ingrossati dalla perturbazione. Anche il livello del lago di Varese è in crescita: sempre secondo i rilievi del Centro Geofisico ha toccato a Bodio i 239 metri sul livello del mare, a fronte di uno zero idrometrico di 238,25, con un'impennata proprio nelle ultime ore. 

«Per la seconda parte della giornata di oggi - si legge nel bollettino della Prociv - in particolare a partire già dalle prime ore del pomeriggio, le precipitazioni andranno incontro a graduale attenuazione ed esaurimento sulla fascia di bassa pianura centro occidentale e Appennino, in successiva estensione anche alla pianura orientale e fascia pedemontana nel corso del pomeriggio. Sui settori alpini e prealpini le precipitazioni andranno incontro ad attenuazione verso il tardo pomeriggio, ma non in esaurimento, rimanendo deboli sparse in serata».

«Il limite delle nevicate - continua la Prociv - sarà in possibile calo nel corso del pomeriggio sui settori di Nord-ovest, a circa 1000-1200 metri, mentre in Appennino e a Est la quota neve sarà attorno e oltre 1200 metri. Sui settori orientali e Appennino accumuli nevosi oltre i 1200 metri, mentre a Ovest accumuli a ridosso dei 1200 metri o poco sotto mediamente attorno 5-10 cm arealmente. Venti in graduale attenuazione sin dalle prime ore pomeridiane sui settori occidentali di pianura, mentre sulla parte centro orientale di pianura e fascia prealpina, fino a metà pomeriggio, saranno ancora moderati. La ventilazione sarà moderata anche su Appennino e Retiche di confine fino alle ore tardo pomeridiane».

Redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore