/ Sociale

Sociale | 24 novembre 2023, 17:16

Fondazione Cariplo, ecco la programmazione per il 2024

Si apre il nuovo mandato guidato dai nuovi organi. Oltre 150 milioni di euro il budget per le attività filantropiche per l’anno prossimo. Il presidente Azzone: «Povertà da contrastare in modo sistemico. Sosteniamo gli enti non profit»

Fondazione Cariplo, ecco la programmazione per il 2024

Sono state presentate questa mattina a Milano le attività filantropiche che Fondazione Cariplo metterà in campo per il 2024, e fino al 2027.

Gli interventi si snoderanno lungo quattro direttrici strategiche che puntano a: • Creare valore condiviso, • Ridurre le disuguaglianze, • Allargare i confini, • Creare le condizioni abilitanti.

Su queste linee programmatiche convergeranno le attività operative delle quattro aree di intervento della Fondazione, impegnate nel lavorare in modo sinergico: Ambiente, Arte e Cultura, Servizi alla Persona e Ricerca Scientifica.

Per l’attività filantropica è previsto per il 2024 un budget complessivo di oltre 153 milioni di euro, di cui circa 20 milioni destinati a due grandi iniziative realizzate a livello nazionale insieme alle altre fondazioni di origine bancaria: il Fondo per il contrasto alla Povertà Educativa e il Fondo Repubblica Digitale per il contrasto alla povertà digitale.

«Dobbiamo contrastare le povertà in modo sinergico. Fondazione Cariplo lo farà coinvolgendo su questi obiettivi tutte le aree di intervento: se da un lato il principale ambito appare quello del sociale, dall’altro anche chi opera in campo culturale, ambientale e in quello della ricerca potrà e dovrà dare un importante contributo. Appare evidente che sia necessario agire a due livelli: sulle emergenze, per garantire i bisogni primari, e su tutto ciò che può generare sviluppo economico» ha detto il presidente Giovanni Azzone.

«Dobbiamo dire grazie agli enti non profit che lavorano ogni giorno su mille fronti: senza di loro la situazione sarebbe ancora più grave di quella che abbiamo davanti agli occhi. Miriamo ad un welfare di precisione, in cui la tecnologia e l’analisi dei dati possono essere un grande alleato. Vogliamo e dobbiamo credere insieme nel futuro» ha proseguito il presidente.

Fondazione Cariplo propone una strategia di intervento che parte dal proprio ruolo nel contesto locale del suo storico territorio di riferimento (la Lombardia e le province di Novara e del Verbano-Cusio-Ossola) alla luce però del contesto globale, che pone interrogativi su grandi temi quali le vecchie e nuove povertà e fragilità, le dinamiche demografiche e migratorie, la crisi climatica, l’occupazione.

«Lo sguardo deve essere necessariamente allargato ai fenomeni planetari. Ciò che accade sui nostri territori è l’effetto dei grandi cambiamenti in atto a livello globale e nazionale. Vogliamo collaborare con tutti coloro che desiderano impegnarsi su questi fronti. In primis, con le fondazioni in Italia e nel mondo» ha concluso Azzone.

Carlo Massironi, membro per il territorio di Varese della Commissione Centrale di Beneficenza Fondazione Cariplo: «Il ruolo delle associazioni presenti sul nostro territorio è fondamentale per affrontare insieme le difficoltà e cercare di dare risposte ai bisogni delle persone. Sono sicuro che anche per il prossimo anno gli enti non profit di Varese e provincia con lungimiranza e competenza sapranno proporre progetti innovativi seguendo le linee programmatiche individuate da Fondazione Cariplo».

C.S.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MARZO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore