/ Gallarate

Gallarate | 06 giugno 2023, 16:25

Sant’Antonio Abate/Ospedale unico: mozione “a tutto campo” di Luigi Galluppi

Il consigliere di Centro Popolare – Popolo della famiglia – Rinascita della Dc, dopo l’incontro dello scorso 30 maggio con l’assessore regionale al Welfare, Guido Bertolaso, e in vista del prossimo Consiglio comunale, formula una serie di istanze su presente e futuro dell’offerta sanitaria territoriale. Fra le altre, chiede «…che venga riconosciuto lo stato di emergenza in cui versa il Sant’Antonio Abate»

Luigi Galluppi - Centro popolare Gallarate - Il popolo della famiglia - Rinascita della Dc

Luigi Galluppi - Centro popolare Gallarate - Il popolo della famiglia - Rinascita della Dc

Articolata mozione presentata da Luigi Galluppi in vista del prossimo Consiglio comunale di Gallarate. Il capogruppo di Centro popolare – Popolo della famiglia – Rinascita della Dc torna sullo stato di sofferenza in cui versa il Sant’Antonio Abate, sulle indeterminatezze che caratterizzano le prospettive per la realizzazione dell’ospedale unico e sulla recente visita al nosocomio cittadino di Guido Bertolaso. Visita durante la quale l’assessore al Welfare ha rassicurato sul reparto di Cardiologia e annunciato un progetto importante relativo all’emergenza/urgenza nell’ex deposito dell’aeronautica.

L’esponente di maggioranza formula una serie di osservazioni e richieste. La prima è che i vertici di Regione Lombardia, di Asst Valle Olona e di Ats Insubria chiedano, ai Ministeri competenti, di abolire il numero chiuso alla Facoltà di Medicina, così da potere contare, nel lungo periodo, su più personale (la cui carenza è sentita a livello nazionale e, ancor più, locale, Ndr). Poi un chiarimento, da parte di Asst, sulle prospettive per il Sant’Antonio Abate, fra previsioni di chiusure o spostamenti dei reparti, turn over del personale, compensazioni per eventuali dimissioni. Per Galluppi occorre anche riconoscere lo stato di emergenza in cui versa l’ospedale cittadino. Ancora, il consigliere indica la necessità di  un’accelerazione nel percorso per arrivare all’ospedale unico (con possibilità di conoscere e condividere, sul territorio, il procedimento in vista degli Accordi di programma), della continuità nei servizi sanitari durante il passaggio dall’attuale ospedale a quello futuro, della          condivisione e del controllo sulle linee di indirizzo per la rigenerazione urbana del sedime oggi occupato dal Sant’Antonio Abate. La mozione chiede, infine, l’attuazione urgente della Legge regionale 22 del 2021 che, per Gallarate, prevede Casa di Comunità hub, Ospedale di Comunità, Centrale Operativa Territoriale.

La mozione, come da prassi, impegna il sindaco a rappresentare le varie istanze. In questo caso al presidente della Regione, Attilio Fontana, all’assessore Bertolaso, al Direttore generale Giovanni Pavesi, al Dg di Asst, Eugenio Porfido, al direttore sanitario, Claudio Arici, al direttore sociosanitario, Marino Dell’Acqua, al direttore generale di Ats, Lucas Maria Gutierrez.

In allegato, il testo della mozione.

Files:
 MOZIONE (3.9 MB)

Stefano Tosi

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore