/ Territorio

Territorio | 24 maggio 2023, 13:44

Prendi un libro, lascia un libro: anche a Bisuschio arrivano le casette dedicate alla lettura

È stata inaugurata pochi giorni fa al parco giochi in via Roma, alla presenza anche del sindaco Resteghini, la prima delle quattro piccole strutture, frutto della sinergia tra il gruppo scout Le Coccinelle del Cerchio della Valle Fiorita e la biblioteca comunale. Le altre tre saranno davanti al municipio, alla Ravasina e a Piamo

La casetta dei libri inaugurata pochi giorni fa al parco giochi in via Roma a Bisuschio

La casetta dei libri inaugurata pochi giorni fa al parco giochi in via Roma a Bisuschio

Sono sempre di più i Comuni che sposano l’idea di impiantare le casette dei libri nei propri spazi pubblici. Ultimo, in ordine di tempo, è il Comune di Bisuschio.

È stata inaugurata sabato Libri In Viaggio, la casetta che presso il parco giochi in piazzale II Giugno, lungo via Roma, conterrà libri per bambini, ragazzi e adulti.

L’iniziativa è frutto della collaborazione tra il gruppo scout Le Coccinelle del Cerchio La Valle Fiorita e la biblioteca comunale. Anche il sindaco di Bisuschio, Giovanni Resteghini, ha partecipato all’inaugurazione di pochi giorni fa.

Questa è solo la prima delle casette dei libri installate nel Comune di Bisuschio, perché nei prossimi giorni, infatti, ne saranno operative altre tre: una davanti al municipio, una al parco giochi della Ravasina e l’altra al parco giochi di Piamo.

Le regole sono semplicissime: prendi un libro e lascia un libro, in modo che le casette ne abbiano sempre di disponibili.

L’accesso è ovviamente libero, e oltre a libri possono essere introdotti anche riviste e fumetti, tutti in buono stato.

Lorenzo D'Angelo

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore