/ Cronaca

Cronaca | 27 gennaio 2023, 11:43

Processo per la strage di Samarate: disposta la perizia psichiatrica su Alessandro Maja

La Corte d’Assise ha accolto l'istanza della difesa dell'uomo che il 4 maggio scorso uccise la moglie e la figlia e ferì gravemente il figlio. L’avvocato della famiglia di Nicolò Maja ha richiesto il dissequestro della casa

Alessandro Maja in Aula

Alessandro Maja in Aula

Questa mattina, in Tribunale a Busto Arsizio, di nuovo in aula per il processo ad Alessandro Maja. Gli avvocati della difesa hanno presentato un consulto psichiatrico, in cui viene sottolineato il disturbo narcisistico della personalità e la depressione da cui sarebbe afflitto l'imputato, richiedendo una perizia, disposta dalla Corte d’Assise.

L’uomo, accusato del duplice omicidio aggravato della moglie Stefania Pivetta e della figlia Giulia, è anche accusato del tentato omicidio del figlio Nicolò.
L’avvocato della famiglia di Nicolò Maja, Stefano Bettinelli, ha invece richiesto il dissequestro della casa.

Autorizzata, dunque, la perizia psichiatrica; il 17 febbraio ci sarà la nomina del consulente tecnico.

A fine udienza, i familiari di Nicolò Maja hanno sottolineato: «C’è tanto dispiacere per le condizioni in cui l’assassino è in questo momento, ma la domanda resta perché l’ha fatto?».

Nonno Giulio Pivetta ha anche raccontato la volontà di Nicolò di incontrare il padre, quindi «la prossima volta lo porto, sicuramente».

Fuori dal Tribunale, l’avvocato Bettinelli è intervenuto sulla richiesta di perizia psichiatrica: «Confidiamo nel fatto che abbia un esito negativo. La famiglia chiede giustizia, confidiamo che fosse capace di intendere e di volere all’epoca dei fatti».

Michela Scandroglio

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore