/ Varese

Varese | 14 ottobre 2022, 11:54

VIDEO - Casa libera, camere vuote? Il Comune di Varese ti spiega come diventare un host

Locazioni sotto i 30 giorni, case vacanze e b&b: la richiesta di alloggi, da parte di turisti e lavoratori, è sempre più pressante in città e in provincia. Ecco allora il corso per cogliere un'opportunità con poca burocrazia e poche (ma chiare) regole che permette di guadagnare senza partita iva fino a 15 mila euro all'anno

VIDEO - Casa libera, camere vuote? Il Comune di Varese ti spiega come diventare un host

Turismo, i cui flussi sono addirittura superiori all’era pre Covid, più lavoratori, soprattutto medici e infermieri: sono in tanti quelli che vogliono venire a Varese.

E gli spazi per ospitarli, sommando le strutture alberghiere con quelle extra (circa 1000 in tutta la provincia, 200 a Varese) non bastano più. Eppure la disponibilità potenziale sarebbe alta: camere non usate oppure lasciate libere per brevi periodi di tempo, seconde case vuote, prime case “troppo” grandi.

Tutte soluzioni che, tra l’altro, sono preferibili all’albergo tradizionale soprattutto per chi sul territorio si ferma non due giorni ma nemmeno una “vita”, per questioni economiche e di “agilità”.

Far incontrare domanda e offerta, e insegnare il “know how”, è l’obiettivo di un corso organizzato dal Comune di Varese insieme all’associazione B&BVarese che si terrà il 19 ottobre in sala Montanari. Tre ore di lezione - dalle 9.30 alle 12.30 - per capire come diventare un “host”, un’attività non imprenditoriale, con poca burocrazia e poche (ma chiare) regole che a fine anno può fruttare un più che discreto gruzzoletto, «dai 5 ai 15 mila euro».

A rivelarlo è Alfredo Dal Ferro, presidente di B&BVarese, una delle parti organizzatrici del corso: «Le tipologie extralberghiere sono essenzialmente tre - spiega - quella della locazione sotto i 30 giorni, la casa vacanze e i b&b, che forniscono anche dei servizi aggiuntivi. Sono accumunate dal fatto di essere attività non imprenditoriali, quindi non è necessaria la partita iva e si possono aprire e chiudere in un attimo. Hanno però regole diverse l’una dall’altra, che vanno conosciute e rispettate: non ci si sveglia al mattino e si diventa host».

Il programma di mercoledì 19 ottobre affronterà tutti gli aspetti normativi e pratici dell’argomento, dando così un’infarinatura generale e gratuita a chi vuole compiere il grande passo. Si parlerà anche di imposta di soggiorno - come richiederla, come versarla e perché è importante - dell’abusivismo e dei suoi rischi (anche penali) e dell’importante tema dell’outsourcing, cioè della gestione data a terzi dei propri spazi.

«Campionati di canottaggio e Tre Valli sono stati una spinta alla richiesta di spazi - argomenta Ivana Perusin, vicesindaco di Varese e anche lei relatrice al corso - che va a sommarsi a quella dei lavoratori. Le famiglie hanno bisogno di informazioni pratiche per capire come ospitare: noi cercheremo di fornirle». «E ci avviciniamo - aggiunge Dal Ferro - anche al periodo natalizio: se l’afflusso sarà paragonabile a quello dello scorso anno, la domanda sarà ancora una volta altissima».

Nella foto allegata i dettagli del corso.

F. Gan.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore