/ Basket

Basket | 26 settembre 2021, 19:18

Una sofferenza, una vittoria, una gioia: buona la prima di Varese a Masnago

La Openjobmetis batte Brescia 75-72 all'esordio in campionato, guidata da Gentile, Beane, Jones ed Egbunu. Tanti errori e finale al cardio palma, ma iniziare con il piede giusto vale tantissimo

Foto di Fabio Averna

Foto di Fabio Averna

Buona la prima per Varese in campionato: una Openjobmetis senza play, a volte pasticciona, di certo rivedibile e al termine di una gara al cardio palma batte Brescia 75-72. Un terzetto a guidare i biancorossi in attacco: 18 punti di Gentile, 17 di Beane, 16 di Jones. Si fa vedere anche Egbunu, 12 punti e ben 13 rimbalzi. La Germani, sempre attaccata ai padroni di casa dopo il -17 del primo quarto, ci prova con Della Valle (18) e Cobbins (14). Finale incandescente con anche qualche decisione rivedibile degli arbitri, ma la vittoria rimane a Masnago.

4° quarto

Jones e Gentile suonano la carica (63-58) in avvio di ultima frazione, con Egbunu che prova a chiudere l’orizzonte bresciano in difesa. Della Valle però si fa sempre trovare pronto e scrive di nuovo il -2 (65-63 al 34’). Ale Gent si carica ancora il peso dell’attacco sulle spalle, venendo anche aiutato da Beane con un canestro dai 6 metri (69-63 al 36’): Magro chiama minuto. Non è la fuga decisiva, perché lo stesso Beane e poi uno sciagurato Sorokas danno agli ospiti l’occasione di un altro colpo di coda (Cobbins per il 69-67 al 38’). Si entra negli ultimi 2 minuti ed è forse destino che a deciderla siano Gentile e proprio Beane: la coppia offensiva più prolifica tra i padroni di casa porta gli stessi a +5 (73-67 al 19’), prima che Della Valle accorci a -4 (73-69, 37” sul cronometro). Sembra finita, ma nessuno ha fatto i conti con la palla buttata via di Beane e la bomba di Gabriel (73-72 a -16’’8). Succede di tutto: dopo il timeout Amato fa infrazione di 5”, poi però la difesa biancorossa tiene la penetrazione di Della Valle. Sorokas fa 2/2 dalla lunetta su antisportivo, poi viene letteralmente spinto fuori dal campo sulla rimessa… Incredibile: niente fallo e palla a Brescia. Gabriel ha l’ultimo tiro, ma lo sbaglia: vince Varese 75-72.

3° quarto

Si vede finalmente Wilson con la tripla, ma Brescia è in scia come prima della pausa. Errori e palle perse dei padroni di casa, più della Valle e Cobbins in gas: primo vantaggio Germani 45-47 al 24’. Jones rimedia subito, poi Varese sbaglia una quantità infinita di liberi (7/14 al 35’) prima che un parziale di 5-0 tutto firmato Beane (tripla più contropiede) scriva il +5 del 26’ (53-49) e rianimi Masnago. L’ex Roma ci prende gusto: altre due triple ed è +8 (59-51 al 29’). Peccato che la difesa biancorossa si apra due o tre volte volte come il Mar Rosso: al 30’ è 59-58.

2° quarto

Burns sposta la difesa biancorossa, Egbunu si mangia un cesto già fatto: con il libero di Moore è 27-17, che la tripla di Moss - dopo un’ottima azione degli ospiti - fa diventare 28-20, a sintesi di un parziale di 1-12. Gentile, nonostante una brutta ricaduta, ne mette 6 di fila, Varese però difende in maniera molto meno efficace dei primi 10’ e Brescia rimane a -9 (33-26 al 14’). Anzi, arriva a -5 (33-28) quando anche Mitrou Long segna in entrata. I padroni di casa si fermano davanti, nonostante una bomba casuale di Jones (38-28 al 18’) in mezzo a tanti errori, così la Germani a poco a poco rosicchia altro, prezioso terreno, senza che Vertemati fermi la partita. Al 20’, dopo la sciocchezza di Beane su Moss (2+1), è 38-37 ed è tutta un’altra partita.

1° quarto

Varese in campo con De Nicolao, Wilson, Gentile, Jones ed Egbunu. Difficile pensare a un inizio migliore per i biancorossi. Jones in penetrazione, Gentile dal post, De Nicolao da 3: quella della Openjobmetis nei primi 4’ è una sinfonia offensiva. E poi i padroni di casa difendono: al 4’ è 13-4, timeout Magro e applausi di Masnago. A proposito di gente che “c’è”: John Egbunu. Il nigeriano fa il vuoto a rimbalzo d’attacco e per Brescia è un problemone, mentre Jones continua a sciorinare perle in penetrazione. Quando anche Amato segna la tripla, il Lino Oldrini viene giù: all’8’ è 27-8 Varese. Dopo una bulimia di emozioni e canestri, la Openjobmetis si ferma, mentre la Germani ne trova 4 con grande difficoltà: al 10’ è 27-12.

Redazione


Vuoi rimanere informato sulla Pallacanestro Varese e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 340 4631748
- inviare un messaggio con il testo PALLACANESTRO VARESE
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
VareseNoi.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP PALLACANESTRO VARESE sempre al numero 0039 340 4631748.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore