/ Hockey

Hockey | 16 aprile 2021, 08:21

Torchio: «Complimenti al Caldaro campione. E anche a tutte le società di IHL»

Le congratulazioni del presidente dei Mastini ai Lucci capaci di piegare il Merano in finale in gara-4 dopo 74 minuti di battaglia e di vincere il titolo di IHL per la seconda volta consecutiva. Mentalità vincente, velocità e difesa decisive

Torchio: «Complimenti al Caldaro campione. E anche a tutte le società di IHL»

«Complimenti a tutto il team del Caldaro per la vittoria del’IHL per la seconda volta consecutiva»: è un messaggio di grandissima sportività e amore per l'hockey quello del presidente dei Mastini, Matteo Torchio, rivolto a chi ieri sera si è aggiudicato il titolo di IHL battendo il Merano in gara-4 di un'incredibile finale con un tiro scoccato da lontano, forse dal cielo del destino, di Michele Volcan dopo 13'54" di overtime

«Penso che i complimenti vadano fatti anche a tutte le altre società per aver portato a temine una stagione così complicata», aggiunge il presidente dei Mastini. Come dargli torto: ancora una volta l'hockey, dopo essere stato il primo a fermarsi giustamente un anno fa, ha superato enormi difficoltà (anche se con incassi azzerati e sponsor dimezzati) ed è arrivato in fondo per primo, trovando il protocollo anti-Covid più percorribile e mettendo davanti sempre la voglia di vincere e giocare rispetto alla possibilità di rinviare partite o giornate, rispetto a tanti altri sport. 

In un palaghiaccio completamente avvolto dai colori e dalle bandiere dei Lucci altoatesini, l'indistruttibilità e la mentalità vincente dei padroni di casa, già emerse due stagioni fa (l'ultimo torneo è stato bloccato sul più bello per via del Covid), ha avuto la meglio su un Merano capace di andare sul 2-0 a metà partita e poi di farsi rimontare e scavalcare dopo due ore e mezza di battaglia. 

Finale dominata dalle difese, con pochissimi gol (2-1, 1-2, 3-2 e 3-2 i punteggi delle quattro sfide), con il portiere Morandell che ha avuto qualcosa in più di Tragust e tutto il Caldaro più feroce, più veloce e, paradossalmente, più abituato a vincere.

Il Merano, sconfitto sempre di un gol (incredibile e fenomenale quello di Massar, l'uomo della finale, alla Meranarena al 59'47" di gara-3 vinta 2-1 dai Lucci) e due volte su quattro rimontato, ha perso da Merano, piegando la testa solo sul traguardo. Da un Caldaro che merita solo applausi da chi ha l'hockey nel cuore.

Andrea Confalonieri


Vuoi rimanere informato sui Mastini Varese e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 340 4631748
- inviare un messaggio con il testo MASTINI VARESE
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
VareseNoi.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP MASTINI VARESE sempre al numero 0039 340 4631748.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore