/ Lombardia

Lombardia | 21 giugno 2020, 16:28

Dramma sul fiume Adda: la figlia cade in acqua, il padre si tuffa per salvarla e muore

Ritrovato questa mattina a Trezzo d'Adda, nel Milanese, il corpo del'uomo di 47 che ieri si era buttato nel fiume per aiutare la figlia di difficoltà

(foto di repertorio)

(foto di repertorio)

Un sabato da trascorrere in riva al fiume si è trasformato in tragedia a Cornate d'Adda, in provincia di Milano, dove un uomo è annegato nel fiume  Adda dopo essersi tuffato nel fiume per salvare la figlia di dieci anni che stava rischiando di essere travolta dalla corrente.

Secondo la ricostruzione riportata dall'Ansa, la piccola era entrata in acqua e non riusciva più a riguadagnare la riva: il padre, a quel punto, non ha esitato a buttarsi nel fiume per riportarla a terra, ma si è trovato a sua volte prigioniero della corrente ed è stato trascinato via dal fiume. Un altro uomo è riuscito nel frattempo a riportare a riva la bambina, ma il padre è sparito nell'acqua.

Le ricerche, condotte dai sommozzatori dei vigili del fuoco, hanno scandagliato un lungo tratto dell'Adda. Nella giornata di oggi, domenica 21 giugno, il corpo dell'uomo - un 47enne - è stato ritrovato questa mattina a Trezzo d'Adda dai sommozzatori dei vigili del fuoco.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore