/ Varese

Varese | 24 aprile 2024, 10:42

Varese celebra una leggenda della lirica: Raina Kabaivanska protagonista domenica nella Città Giardino

Una delle più grandi cantanti della storia del teatro si esibirà il 28 aprile al Salone Estense dove è in programma la premiazione del celebre soprano bulgaro che riceverà dal sindaco Galimberti il Premio Città di Varese

Il soprano Raina Kabaivanska verrà premiata domenica a Varese

Il soprano Raina Kabaivanska verrà premiata domenica a Varese

Raina Kabaivanska non è “solamente” una delle più grandi cantanti della storia del teatro, è l’ultimo baluardo di un mondo elegante, colto e ironico, costruito sullo studio e sul sacrificio personale, che ha caratterizzato generazioni di cantanti alle quali guardiamo con nostalgia.

Chi domenica prossima andrà al Salone estense di Varese per assistere alla premiazione del celebre soprano bulgaro, avrà l’opportunità di essere trascinato nel periodo d’oro dell’opera lirica dalla straordinaria verve della signora Kabaivanska, rivivendo, grazie alle sue parole, eventi ormai storici come l'inaugurazione del nuovo teatro Regio di Torino del 1973 o la fucilazione, durante una Tosca allo Sferisterio di Macerata, dove il tenore venne ferito realmente dai colpi a salve dei fucili di scena.

Raina Kabaivanska, dagli anni ‘60 è indiscussa protagonista del panorama lirico internazionale: prima calcando le scene dei più importanti teatri e scrivendo pagine leggendarie dell'interpretazione operistica e oggi come guida di tanti cantanti (famosi e non) che si affidano a lei per studiare con serietà e determinazione, prendendola come esempio.

Una voce straordinaria, in tandem con una bellezza da lasciare senza fiato, che è diventata leggenda grazie all’abnegazione nello studio e ad un comportamento sobrio e discreto, lontana dagli eccessi del divismo, pur essendo lei stessa una grande Diva.

La cantante riceverà dalle mani del Sindaco Davide Galimberti il Premio Città di Varese, istituito nel 1981 dagli Amici della lirica, e condividerà con il pubblico varesino aneddoti e ricordi di quella che è stata una carriera davvero unica. Assieme alla signora Kabaivanska verranno due suoi allievi: il soprano Iolanda Massimo e il tenore Giuseppe Infantino, accompagnati al pianoforte dal M° Marco Cadario, che si cimenteranno in un programma pucciniano nel centenario della scomparsa del compositore. “Che gelida manina”, “O mio babbino caro”, “Un bel dì vedremo”, “E lucevan le stelle”, solo alcuni degli immortali brani, voluti dalla festeggiata, che verranno eseguiti per trascorrere un pomeriggio all’insegna della grande musica e per emozionarsi con queste storie commoventi.

Data l’importanza del personaggio, all'evento sono attese autorità cittadine e la dottoressa Ana Paskaleva, Console Generale della Repubblica di Bulgaria a Milano, che verrà per rendere omaggio all’illustre concittadina. Il Presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana, ha mandato un sentito messaggio per elogiare “l’evento di grande prestigio internazionale”, aggiungendo che “il Premio saprà riflettere appieno il profondo rispetto che il nostro territorio nutre nei confronti della cultura del melodramma e della musica".

Il concerto pucciniano e la premiazione di Raina Kabaivanska si terranno domenica 28 aprile 2024, alle ore 15,30, presso il Salone Estense del Comune di Varese (via Sacco). 

Ingresso 20 euro, per i soci Amici della Lirica e Unitre 10 euro, gratuito per i giovani fino a 20 anni. Per informazioni: www.liricavarese.it

Redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore