/ Territorio

Territorio | 23 aprile 2024, 10:44

Anche Solbiate Olona previene le truffe: incontro con i carabinieri al Centro anziani

A mettere in guarda le persone intervenute è stato il comandante della Compagnia di Busto Arsizio Andrea Poletto. Distribuito un volantino con i suggerimenti per difendersi tra trucchi dei malviventi

Anche Solbiate Olona previene le truffe: incontro con i carabinieri al Centro anziani

Un incontro di prevenzione contro le truffe messe in atto da personaggi senza scrupoli che spesso, anche nel Varesotto, prendono di mira le persone anziane con pretesti o spacciandosi per tecnici comunali e forze dell'ordine. E' quello organizzato lo scorso 18 aprile al centro anziani di Solbiate Olona.

A fare da relatore il tenente colonnello Andrea Poletto, comandante della Compagnia carabinieri di Busto Arsizio: al suo fianco era presente il comandante della stazione dei carabinieri di Fagnano Olona, Michele Beltrame, il sindaco Roberto Saporiti e il comandante della polizia locale Rossano Mantegazza ed il Presidente del Centro Alberto Ferioli.

Il comandante Poletto ha illustrato alle persone della comunità intervenute, una novantina circa, gli accorgimenti e le cautele da adottare per cercare di prevenire il fenomeno delle truffe ai loro danni, poste in essere, purtroppo, con elevata frequenza dai malviventi. Alcuni anziani hanno raccontato esperienze relative a truffe tentate o consumate al loro danni, chiedendo consigli su come comportarsi in questi casi.

Nella circostanza è stato anche distribuito ai presente, come utile ausilio, un vademecum approntato dalla Prefettura di Varese relativo al contrasto di questo fenomeno criminale.

I presenti sono stati sensibilizzati sulle metodologie più frequenti adottate dai truffatori, tra le quali emerge in particolare la truffa del finto tecnico del comune incaricato di verificare la rete idrica: in questi casi il truffatore, presentatosi presso l'abitazione dei malcapitati, solitamente anziani, riferisce di una contaminazione dell'acqua con rischio di un immediato pericolo di esplosione delle tubature, riuscendo a convincere l'anziano a riporte i gioielli in oro in frigorifero o in freezer e, approfittando di un momento di distrazione, a volte con l'aiuto di un complice, se ne impossessa dandosi poi ad immediata fuga.

In alcuni casi si è registrato l'utilizzo dello spray al peperoncino da parte dei malviventi per convincere gli anziani  dell'effettiva contaminazione dell'acqua.

Redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore