/ Storie

Storie | 12 aprile 2024, 18:20

Un negozio di abbigliamento "inclusivo" al posto dell'ex pizzeria andata a fuoco: con "MaraDiva" rinasce un angolo di via Dandolo

Inizia domani l'avventura di Fina Carlino e del suo negozio di abbigliamento: «In questa città non c'è chi vende vestiti di taglie morbide e allora ho pensato "perché non provarci"? Voglio che le mie future clienti si sentano in un ambiente bello e accogliente. Venderò vestiti che renderanno belli tutti i tipi di corpi femminili»

Un negozio di abbigliamento "inclusivo" al posto dell'ex pizzeria andata a fuoco: con "MaraDiva" rinasce un angolo di via Dandolo

L'ex pizzeria di via Dandolo a Varese è pronta a ripartire per portare in città una nuova realtà: un negozio di abbigliamento donna inclusivo e alla moda.

«L'inquilino che gestiva la pizzeria si è trasferito a pochi passi, così io e mio marito ci siamo ritrovati uno spazio vuoto e rovinato dalle fiamme (per un incendio avvenuto lo scorso anno, ndr) - racconta la proprietaria Fina Carlino - così ho deciso di reinventarmi in questo progetto che porta un'attività che a Varese ancora non esiste: "MaraDiva"». MaraDiva venderà vestiti per donna di tutte le taglie, anche quelle "morbide".

Fina Carlino è una signora di 49 anni, sposata e con due figlie grandi: «Ho svolto diverse mansioni lavorative nella mia vita, dall'impiegata amministrativa alla pizzaiola e ora ho deciso di buttarmi in quest'avventura, per me nuova, per rinascere come donna, lavoratrice e persona che non molla».

Ma com'è nata l'idea di aprire un negozio di questo tipo? «L'idea mi è venuta in mente perché, nella nostra città, un'attività che venda vestiti di taglie morbide non esiste. Per la laurea di mia figlia non trovavo un vestito della mia misura, che fosse comodo e a un prezzo ragionevole, quindi, osservando le mura del mio negozio ho pensato: «Perché non provarci?».

La proprietaria si è così adoperata, con l'aiuto di sua figlia, per cercare un partner e la scelta è ricaduta su "MaraDiva", un brand italiano a conduzione familiare che, come Fina, crede nel body positivity e nel vestire le donne in tutte le sue forme, rendendole belle. «Mi sono recata a Salerno, sede del marchio, perché per me è importante il rapporto umano, e così ho conosciuto l'azienda - spiega - Mi hanno fatto sentire a mio agio, come farò io nel mio negozio con le mie clienti. Sono la seconda persona che porta questo marchio in Lombardia».

«I capi che si troveranno da me sono belli, colorati e moderni per chiunque porti una taglia dalla 42 alla 56 - prosegue Fina  - Ma non facciamo discriminazione al contrario, non ci dimentichiamo delle persone normopeso. I vestiti che venderò renderanno belli tutti i tipi di corpi femminili».

Per quanto riguarda il locale, è situato in uno stabile del 1700 ed è disposto su due livelli: al piano terra ci sono bellissime volte, pietre a vista e un pozzo che diventerà il camerino, mentre al primo piano c'è un soffitto a cassettoni a cui stanno dando un tocco femminile e luminoso: «Voglio che le persone, che comprino o meno, si sentano in un ambiente bello e accogliente».

L'inaugurazione è prevista sabato 13 aprile in via Dandolo 6, dove dalle ore 16 saranno presenti buffet, bollicine per brindare e uno shooting fotografico con le modelle che indosseranno i capi di "MaraDiva". Inoltre, chi verrà, sarà omaggiato di una tote bag e di una tesserà fedeltà con all'interno uno sconto del 30%: «Tutti sono i benvenuti» conclude la proprietaria.

Elisa Petrocelli

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore