/ Cronaca

Cronaca | 03 aprile 2024, 17:09

Tangenti all'obitorio di Saronno per accaparrarsi i funerali: condannati 5 titolari di pompe funebri

E' approdata in tribunale oggi a Busto Arsizio la vicenda iniziata da un'indagine dei carabinieri a fine 2020. I primi arresti e denunce nel novembre del 2022 per un totale di 18 imputati. Tre medici hanno patteggiato, mentre per 10 dipendenti dell'ospedale il processo proseguirà il prossimo 21 maggio

Tangenti all'obitorio di Saronno per accaparrarsi i funerali: condannati 5 titolari di pompe funebri

Tutto è iniziato con l’indagine del Nucleo Operativo della Compagnia di Saronno a seguito di alcune segnalazioni giunte dalla direzione sanitaria dell’ospedale di Saronno nel novembre 2020 per a una somma di denaro ricevuta a titolo non meglio precisato da un addetto all’obitorio da parte di un impresario funebre.

Gli accertamenti dei carabinieri, realizzati con intercettazioni telefoniche e video, hanno permesso di ricostruire come alcuni titolari di onoranze funebri, disgiuntamente tra loro, versassero somme di denaro in favore di alcuni dipendenti dell’obitorio dell’ospedale di Saronno per orientare i parenti dei defunti alla scelta dell’impresa cui affidare il servizio funebre, ottenere informazione e effettuare trattamenti di vestizione e tanatocosmesi sulle salme quando non previsto.

Non solo: ci sarebbero stati casi in cui sono state mostrate le salme ai congiunti anche quando queste risultavano positive al Covid-19, in violazione delle norme anti-contagio.

I carabinieri hanno raccolto elementi a carico di due medici di base che operanti all’interno dello stesso ambulatorio accreditato Asst rilasciavano false attestazioni di malattia a dipendenti pubblici e privati che ottenevano così indebite percezioni per assenza dal lavoro.

A finire nei guai anche due soggetti entrambi dipendenti dell’obitorio dell’ospedale di Saronno che si sarebbero impossessati di materiale sanitario e di pulizia di proprietà dell’ospedale per poi cederli a terzi.

La vicenda, diventata di pubblico dominio con arresti e denunce nel novembre 2022, ha visto finire a processo 18 imputati per reati come corruzione di incaricato di pubblico servizio, al peculato, furto, truffa e falsità ideologica commessa da pubblico ufficiale.

Nella giornata di oggi, mercoledì 3 aprile, 3 medici hanno patteggiato pene al di sotto dei 2 anni. Per 5 titolari di pompe funebri sono arrivate condanne tra i 2 anni e 4 mesi e i 2 anni e 5 mesi. Il procedimento, per cui l’asst Valle Olona si è costituita parte civile, proseguirà per i 10 dipendenti dell’ospedale che sono stati rinviati a giudizio. Si partirà il prossimo 21 maggio con il dibattimento.

Da IlSaronno.it

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore