/ Territorio

Territorio | 10 giugno 2023, 20:29

Alla rotonda di via Piave appare la scritta “lasciati fiorire”

Un piccolo gesto di vandalismo fatto nella notte tra venerdì e sabato che però rappresenta un reale pericolo per gli automobilisti a Olgiate. «Stiamo già visionando le telecamere per rintracciare chi l’ha fatto e sporgere una denuncia penale» spiega il comandante Castellone

Alla rotonda di via Piave appare la scritta “lasciati fiorire”

Nella notte tra venerdì e sabato uno dei due vasi decorativi posti sulle rotonde di via Piave è stato oggetto di un atto di piccolo vandalismo, che, contrariamente a quanto si possa pensare, rappresenta un pericolo per chi percorre la strada.

I tanto discussi vasi, sulla cui estetica molto si è parlato sulle pagine social olgiatesi, non sono stati infatti posizionati a caso, ma scelti a causa della forma arrotondata che dovrebbe aiutare a prevenire seri danni in caso di impatto.
Anche la decisione di posizionare qualcosa sopra le rotonde incriminate non è stata presa per puri fini estetici: in molti, infatti, continuavano a ignorare le rotatorie preferendo scavalcarle tirando dritto con il proprio mezzo, e questo, come comprensibile, avrebbe potuto causare incidenti anche gravi.

Un’installazione, dunque, che è stata posizionata con uno scopo ben preciso, che è stato vanificato dallo sciocco gesto della scorsa notte.
Con il favore del buio alcuni, probabilmente di giovani, ma nulla è ancora certo, hanno pensato bene di scrivere con una bomboletta rosa la scritta “lasciati fiorire” sul vaso posizionato sopra la rotonda che si trova all’incrocio tra via Piave e via Po.

Un gesto che all’apparenza può sembrare innocuo, ma che può causare un reale pericolo per chi transita lungo la strada; «Arrivando alla rotonda – sottolinea il comandante Alfonso Castellone della Polizia Locale– è inevitabile che lo sguardo si sposti dalla strada alla scritta, per cercare di leggere cosa sia, causando una distrazione che può portare a conseguenze anche gravi».
Quanto fatto la scorsa notte in un momento di leggerezza, dunque, è un danno per la comunità, che dovrà sobbarcarsi i costi della pulizia del nuovo arredo urbano, e una fonte di pericolo, e per questo si sta già lavorando per trovare i colpevoli.

«Al giorno d’oggi ci sono moltissimi canali per sfogare la propria “vena poetica” – prosegue il comandante Castellone – come uno qualsiasi dei tanti social a disposizione di tutti; questi individui, invece, hanno scelto di farlo in un modo che ha causato un danno agli olgiatesi e una situazione di pericolo.
Per questo stiamo già visionando le diverse telecamere per rintracciare le persone che lo hanno fatto, e se riusciremo ad accertarne l’identità, come già capitato in passato, sarà sporta una denuncia penale e ci sarà una richiesta di risarcimento».

Loretta Girola

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore