/ Scuola

Scuola | 20 aprile 2023, 09:16

Il “Maggio dei libri” alla Scuola Europea di Varese

Al centro, “La forza delle parole”: un’occasione per avviare una riflessione sull’uso e il senso dei lemmi attraverso incontri con noti scrittori italiani di diversi ambiti e generi letterari

Il “Maggio dei libri” alla Scuola Europea di Varese

Il Maggio dei libri è un’iniziativa promossa da Cepell, il “Centro per il libro e la lettura”: si tratta di una campagna nazionale che, attraverso il coinvolgimento di soggetti pubblici e privati, vuole favorire e stimolare l’abitudine alla lettura, considerata elemento chiave della crescita personale, culturale e sociale dei più giovani.

La Scuola Europea di Varese, animata dalla volontà di avviare un percorso formativo per i suoi studenti e insegnanti, ha accolto e fatto proprio uno dei tre soggetti proposti per la tredicesima edizione del Maggio dei Libri: “La forza delle parole”. Un’occasione per avviare una riflessione sull’uso e il senso dei lemmi attraverso incontri con noti scrittori italiani di diversi ambiti e generi letterari, ma tutti presenti sulla scena culturale nazionale e internazionale.

Un vero e proprio percorso di educazione linguistica che la Scuola Europea di Varese considera fondamentale e connotativo della sua identità e missione. La volontà è infatti quella di alimentare il desiderio di conoscere parole e confrontarsi con autori, chiamati a presentare una loro recente pubblicazione, svelando a studenti e professori la complessità ma anche il piacere dello scrivere, aprendo dunque la strada a un percorso didattico più coinvolgente, maturo e quindi formativo.

L’incontro con gli scrittori sarà infatti occasione per gli studenti non soltanto di sviluppare nuove conoscenze e competenze, ma anche di indagare e negoziare i significati delle parole, aprendosi infine a tematiche, questioni e riflessioni talvolta sottaciute, stuzzicate da un confronto diretto destinato a generare domande, opinioni e riflessioni personali, a fondamento di una comunità scolastica più consapevole del proprio patrimonio culturale e linguistico.

Sono obiettivi che il “Centro per il libro e la lettura”, attraverso la sua campagna nazionale Il Maggio dei libri, vuole perseguire, sostenendo appunto quella crescita personale, culturale e sociale che è tra gli scopi formativi e fondativi della stessa Scuola Europea di Varese.

Gli Autori

Stella Bolaffi, torinese, figlia dell’editore e filatelista Giulio Bolaffi, risiede da molti anni in Lombardia. Laureata in Lettere antiche e filosofia, specializzata in psicologia, è stata giudice esperto del Tribunale dei Minorenni di Milano. Ha pubblicato vari articoli di argomento psicoanalitico e alcuni libri, tra i quali Giulio Bolaffi, un partigiano ribelle. I ricordi paralleli della figlia Stella (1995); La balma delle streghe. L’eredità delta mia infanzia tra leggi razziali e lotta partigiana (2013).

Massimo Castoldi è membro della Commissione per l’Edizione Nazionale delle Opere di Giovanni Pascoli e insegna Filologia italiana all’Università degli Studi di Pavia. Filologo e critico letterario, si è occupato di memorialistica della Resistenza e delle deportazioni, collaborando con la Fondazione Memoria della Deportazione che ha diretto fino al 2017. Per Donzelli ha curato il volume 1943- 1945: i «bravi» e i «cattivi». Italiani e tedeschi tra memoria, responsabilità e stereotipi (2016) ed è autore di Insegnare libertà. Storie di maestri antifascisti (2018), con il quale ha vinto il Premio The Bridge.

Bruna Bertolo. Rivolese, laureata in Storia della filosofia, insegnante nelle scuole della sua città, giornalista pubblicista dal 1988, ha pubblicato numerosi libri di argomento storico, focalizzando la sua ricerca sull’Ottocento e negli ultimi dieci anni soprattutto sulla storia al femminile. Tra le sue pubblicazioni: Donne del Risorgimento. Le eroine invisibili dell’Unità d’Italia (2011); Donne nella Resistenza in Piemonte (2014) e, Donne nella Prima Guerra Mondiale (2015).

Salvatore Vitellino lavora nell’editoria da oltre vent’anni. Come autore si occupa principalmente di biografie di personaggi che hanno affrontato imprese particolari o scoperte scientifiche rivoluzionarie. Per Smemoranda si è occupato del tema del bullismo. Un anno da Nabbo è il suo esordio nella letteratura per ragazzi.

Marco Balzano nato a Milano dove vive e lavora come insegnante di liceo, ha esordito nel 2007 con la raccolta di poesie Particolari in controsenso. Nel 2008 ha pubblicato il saggio I confini del sole. Leopardi e il Nuovo Mondo. Il suo primo romanzo è Il figlio del figlio (2010), poi tradotto in lingua tedesca. Ha pubblicato successivamente Pronti a tutte le partenze (2013), L’ultimo arrivato (2014) con il quale ha vinto il Premio Campiello 2015. Per Einaudi ha pubblicato Resto qui (2018), Le parole sono importanti (2019) e Quando tornerò (2021).

C. S.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore