/ Economia

Economia | 22 febbraio 2023, 13:25

Anche a Varese arriva l'ufficio flessibile

L'azienda Bell Flex ha organizzato nella Città Giardino la prima tappa del road show per riflettere e indagare sull'evoluzione del lavoro, dei suoi spazi e del concetto moderno di ufficio: appuntamento il 28 febbraio

Anche a Varese arriva l'ufficio flessibile

L’ufficio flessibile, simbolo di una nuova attitudine socio culturale è al centro del road show promosso dall'azienda Bell Flex che vedrà la sua prima tappa svolgersi a Varese il 28 febbraio.

Bell Flex, la divisione dedicata al mondo dei flexible workspace della holding immobiliare BELL Group, promuove questo road-show per indagare e riflettere sull’evoluzione in atto del concetto di ufficio e sul nuovo ruolo nel contesto socioeconomico contemporaneo.

Bell Flex è partner italiano di Iwg, il colosso mondiale degli uffici flessibili: recente l’accordo per il passaggio diretto a Bell Flex di tre sedi già attive - Cagliari, Trieste e Varese - mentre è di prossima apertura Como, primo di una serie di nuovi centri sviluppati direttamente da BELL Flex in altre città secondarie italiane nel prossimo futuro.

 

L'appuntamento con il road show varesino è al Centro Regus Varese Volta in via Volta 9 il 28 febbraio. Titolo del convegno: Lavoro flessibile e work life balance: quale futuro sui modelli di lavoro e sul territorio? Come cambiano strategie aziendali e luoghi di lavoro nel post pandemia.

L'incontro – moderato da Paola Dezza, vicecaporedattrice del Lunedì e responsabile del settore Real Estate per tutto il gruppo Il Sole24 Ore – darà voce a personalità diverse chiamate a riflettere sull’evoluzione del lavoro e dei suoi spazi.

L’ufficio flessibile è un nuovo approccio al workspace e si configura oggi come un’opportunità a 360°: per le aziende di delocalizzare, per start-up e liberi professionisti di avere uffici moderni con investimenti relativi e per tutti di bilanciare vita e lavoro. Rappresenta, infatti, un modo per contribuire a un miglioramento della qualità della vita dei singoli per di più favorendo una scelta di sostenibilità che limita spostamenti spesso non necessari. 

In generale, la certezza di dover trovare equilibri nuovi tra vita e lavoro in un mix work-life balance che fa perno sui cambiamenti di organizzazione del lavoro e degli spazi, in una evoluzione ormai innescata.

Oggi si ripensano le modalità organizzative, i layout interni degli uffici e le tecnologie digitali, basandoli sul modello di business e sulle strategie di ogni azienda. Strategie e modelli che vanno cuciti su diverse figure professionali e generazioni differenti (generazione z, millennial, generazione x, baby boomer), ma tenendo presente anche progetti e processi che sposino per le aziende la capacità di attrarre nuovi talenti e offrire loro spazi sostenibili e compatibili con i cambiamenti intervenuti.

Si tratta di cambiamenti che hanno ricadute importanti per gli individui e il territorio, ancora più tangibili in provincia dove la capacità di trattenere aziende e persone è un modo di rafforzare la propria economia e mantenere vivo il tessuto sociale.

Protagonisti del primo appuntamento, il 28 febbraio a Varese, insieme a Cesare Lanati, CEO di BELL Group che aprirà la tavola rotonda, saranno Alessandro Martini, Franchise Development Director Italy IWG; Alba Ciserani, Responsabile Area Formazione Confindustria Varese e referente del progetto strategico territoriale "PEOPLE, l'impresa di crescere insieme"; Raffaella Pinto, Partner, Head of Business Development · Cushman & Wakefield e Federica Belfanti, ricercatrice IEC - Institute for Entrepreneurshipand Competitiveness LIUC – Università Cattaneo.

Interverrà anche Pietro Conti, Vicepresidente del Gruppo Giovani Imprenditori Confindustria Varese eBusiness Development Manager di Centro Style Spa che porterà all’attenzione del pubblico e dei relatori le istanze di innovazione e welfare delle nuove generazioni di imprenditori.

«Le imprese sono di fronte alla sfida di un mondo del lavoro che cambia e del ripensamento dei suoi modelli organizzativi - commenta Pietro Conti - la capacità di garantire la conciliazione lavoro-famiglia, di pensare luoghi di lavoro inclusivi, di porre al centro dello sviluppo aziendale le persone sono elementi fondamentali sia per la costruzione di un nuovo benessere sociale, sia per assicurare competitività e attrattività delle singole imprese e, con esse, di tutto il territorio. Come Confindustria Varese – spiega il Vicepresidente del Gruppo Giovani Imprenditori - siamo molto attivi su questi fronti di impegno. Ne sono una prova lo stesso Piano Strategico per lo sviluppo della #Varese2050, il Progetto People per la diffusione di una maggiore cultura del welfare aziendale tra le imprese, lo sviluppo del Social Progress Index Varese insieme allo IEC della LIUC. Tutti tasselli di una visione molto chiara: non ci può essere crescita economica sostenibile senza investimenti a sostegno del progresso sociale».

L’evento ospitato all’interno della lounge del centro Regus Varese Volta gestito da BELL Flex e ubicato in Via Alessandro Volta 9 è organizzato con il patrocinio del Comune di Varese, a testimonianza dell’impatto sociale ed economico dell’evoluzione in atto del workspace, specie nelle città secondarie.

 

C.S.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore