/ Eventi

Eventi | 28 settembre 2022, 13:15

VIDEO E FOTO. "Eventi in Jazz" parte con il botto. E con un appello speciale ai giovani

Presentata la rassegna curata da Mario Caccia che porterà concerti a Busto Arsizio, Castellanza e Gallarate. Quest'anno biglietto calmierato e abbonamento, tranne che per gli under 26: «La musica crea lavoro, il suo valore va riconosciuto». Primo concerto sabato al Sociale "Cajelli" con De Piscopo, Moroni e Bonaccorso

Da sinistra Tarlazzi, Maffioli, Mazzetti e Caccia

Da sinistra Tarlazzi, Maffioli, Mazzetti e Caccia

Il jazz torna a chiamare gli appassionati e con particolare calore i giovani, ricorda il valore anche economico della cultura e unisce i territori. Il tutto portando le sue eccellenze a Busto Arsizio, Castellanza e Gallarate.

”Eventi in jazz” parte con il botto al Teatro Sociale “Delia Cajelli”: sabato primo ottobre alle ore 21 - orario di tutti i concerti - saranno di scena Tullio De Piscopo, Dado Moroni e Rosario Bonaccorso, ma l'intero festival sarà scandito da stelle, repertori e storie emozionanti come quella di Johnny O’Neal.

C’è anche la novità del biglietto – a dieci euro, e con la chance di un abbonamento di 45 euro per tutti e sette i concerti  della rassegna curata da Mario Caccia - e chi ha meno di 26 anni continua a non pagare nulla.

«Lancio l’appello ai giovani, venite al festival – ha detto la vicesindaco di Busto Arsizio Manuela Maffioli – e alle famiglie, partecipate con i ragazzi perché abbiano questa iniziazione ai luoghi della cultura e ai contenuti culturali». Ribadendo: «Sono concerti di altissimo livello come sempre. La musica, la cultura è lavoro, crea lavoro. Pagare il biglietto riconosce questo valore e offre dignità al dono che riceviamo».

GUARDA IL VIDEO

 

Lo ha rimarcato il direttore artistico Mario Caccia, prima di tracciare un’appassionata narrazione del cartellone: «Il comparto è in grande sofferenza e il biglietto è calmierato».

Piace sottolineare all’assessore di Castellanza Davide Tarlazzi il fatto che si tratti di un festival diffuso e naturalmente del genere, «inoltre la musica jazz si costruisce grazie alla sperimentazione, all’innovazione, porta con sé questo senso di potenza e libertà creativa».

GUARDA IL VIDEO

Tra l’altro, Castellanza vedrà il sostegno anche della Liuc e il presidente Riccardo Comerio ha affidato questo messaggio: «Questa iniziativa culturale unisce e coinvolge tutte le generazioni nel segno della musica di qualità. Un appuntamento storico per il quale siamo lieti di offrire un contributo concreto».

Così Gallarate è presente e convinta, con l’assessore Claudia Mazzetti: «Siamo sempre stati dalla parte di questa rassegna. Quando una cosa funziona deve andare avanti. Noi lavoriamo molto sul jazz anche d’estate e questo è un evento di altissimo livello».

GUARDA IL VIDEO

Il programma è un viaggio tra i personaggi al top, i ritorni emozionanti spiegati da Mario Caccia.

GUARDA IL VIDEO

La partenza fiammante sarà seguita l’8 ottobre da un progetto speciale come quello di “EntreveraDos, guest Gegè Telesforo: «Progetto anche di originalità straordinaria. Capitanato da due argentini e coadiuvato da Fausto Beccalossi, alfiere della fisarmonica italiana nel mondo, e Gegè Telesforo, oltre alla presenza con Renzo Arbore solista ricercatissimo e vincitore dei principali award in maniera ininterrotta». Poi il 14 altra serata accattivante con Beppe Servillo, Javier Girotto e Natalio Mangalavite, in “L’anno che verrà”, rileggendo dunque Lucio Dalla.

Al Teatro Dante di Castellanza il 4 novembre, Bariville IVet con Fabrizio Bosso, Guido Di Leone, Bruno Montrone, Mimmo Campanale e l’11 The legendary Johnny O’Neal Trio, il ritorno di un artista dalla storia dura che riesce però a risalire la china della vita e offrire di nuovo la sua meravigliosa arte. Il 18 tanti artisti illustri riuniti in un concerto che si ispira a Mina, l’arte del Piano Trio: Intra, Manusardi, Zambrini, Rusca, Gorlier, Celeste, Piccolo, Stranieri.

Infine a Gallarate, la sera successiva al Teatro Condominio Gassman di scena il Trio Bobo, Faso, Menconi, Meyer, perché la classe è anche divertimento.

 

PER ABBONARSI: management@abeatrecords.com indicando numero di abbonamenti, ritirando poi al Teatro Sociale “Cajelli” di Busto sabato primo ottobre dalle ore 19.30.

PER IL BIGLIETTO: su www.ciaotickets.com o a teatro.

Ma. Lu.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore