/ Busto Arsizio

Busto Arsizio | 27 settembre 2022, 09:29

“Volere è potere”: un libro per raccontare la storia di Acof

Sarà presentato la sera di mercoledì 5 ottobre, al Teatro Sociale di Busto Arsizio, il volume scritto da Marco Linari che ripercorre l’avventura educativa e imprenditoriale lanciata da Olga Fiorini e resa grande e moderna dai nipoti Mauro e Cinzia Ghisellini. Una serata-evento con show e ospiti per riproporre una sfida per la formazione e l’innovazione che non si è mai posta limiti. I direttori di Acof: «È la nuova ripartenza di un viaggio lungo quasi 70 anni, fondato su valori e famiglia, con al centro i giovani e le loro speranze»

“Volere è potere”: un libro per raccontare la storia di Acof

È in arrivo un libro storico che è allo stesso tempo una mappa per orientarsi nelle sfide future a cui è chiamato chi, come ACOF, lavora nel complesso e delicato mondo dell’istruzione.

Perché il cammino intrapreso alla metà degli anni ’50 da Olga Fiorini e poi reso sempre più grande e variegato con l’avvento dei nipoti Mauro e Cinzia Ghisellini è sempre stato un esperimento continuo e vincente nel modo di fare scuola, in cui i valori della tradizione si sono uniti al gusto costante per l’innovazione.

Un viaggio lungo e soddisfacente che ha disegnato ogni giorno nuove traiettorie, poggiandole sulla solidità dell’esperienza ma senza mai rinunciare a sfamare la sete della curiosità.

S’intitola “Volere è potere” il volume realizzato dal giornalista e scrittore Marco Linari, promosso da ACOF Olga Fiorini con il sostegno della Fondazione Comunitaria del Varesotto ed edito da Macchione.

L’opera sarà presentata nel corso di una serata-evento prevista mercoledì 5 ottobre, a partire dalle ore 20.30, al Teatro Sociale di piazza Plebiscito a Busto Arsizio, con ingresso libero e gratuito.

«Sarà un’occasione speciale per ricordare da dove arriviamo, come ci siamo affermati, quale stile ci ha sempre caratterizzati e quale direzione vogliamo dare alle nostre scuole», spiegano Mauro e Cinzia Ghisellini, direttori di una macchina educativa che gestisce 15 strutture scolastiche le quali, grazie al lavoro di oltre 700 dipendenti e consulenti, radunano annualmente circa 3.500 studenti.

Un piccolo universo con quartier generale in via Varzi a Busto Arsizio che conta sedi distaccate nel resto della città, così come a Castellanza, Magnago, Milano e Bergamo.

L’impegno quotidiano si sviluppa in sei scuole superiori raggruppate negli Istituti Olga Fiorini e Marco Pantani, nel tragitto interculturale dai 3 ai 18 anni di The International Academy con due innovativi licei quadriennali, nell’istituto comprensivo Maria Montessori di Castellanza, in una serie di asili e scuole dell’infanzia del territorio, senza dimenticare tutto il complesso dei centri di formazione professionale (presenti a Borsano, ma anche a Milano e Bergamo), gli ITS e IFTS per le specializzazioni post diploma, nonché la prestigiosa scuola di psicoterapia SPIC. In più, un vasto dipartimento dedito alla formazione personale e aziendale. Una realtà in perenne espansione e sempre votata all’innovazione, che si rilancia ogni giorno raccogliendo lo spirito e l’intraprendenza della sua fondatrice.

La pubblicazione e l’appuntamento a teatro saranno anche un omaggio alla figura indimenticabile di Olga Fiorini, scomparsa lo scorso aprile all’età di 95 anni, colei da cui tutto iniziò nel settore della sartoria e della moda, prima di espandersi in mille altre declinazioni e indirizzi che hanno arricchito la proposta.

«Vogliamo certamente realizzare un tributo a nostra zia – sottolineano i nipoti – ma ci raduneremo con uno spirito festoso che sarebbe piaciuto anche a lei, mettendo al centro l’energia e la gioia dei ragazzi, le eccellenze del territorio, la voglia di progredire e di farlo sempre con grande ottimismo. Non sarà una commemorazione, bensì una festa. Intensa e pure divertente».

Proprio per sottolineare la vitalità del mondo ACOF, la presentazione del libro uscirà dunque dagli schemi classici, per trasformarsi in una via di mezzo fra lo spettacolo e il talk show. Ci saranno alcuni studenti a offrire momenti di animazione e ci saranno vari ospiti a portare testimonianze e pensieri. Non solo saluti istituzionali, dunque, ma contributi di spessore ed emozionanti, sempre nel solco di quel “Volere è potere” che era il motto di Olga Fiorini.

Come spiega l’autore del libro Marco Linari, «la storia di questa scuola e dei suoi protagonisti ha un’anima profonda che si discosta dalla semplice carrellata di vicende aziendali, per assumere invece i contorni della favola. Per questo motivo le pagine non sono una sequenza di documenti burocratici, passaggi cerimoniali, fatti storici e inaugurazioni, bensì un compendio di aneddoti ed emozioni che vanno a scavare nel cuore più vero di questa esperienza straordinaria. Ovviamente i punti fermi sono gli episodi accaduti in quasi settant’anni di percorso, ma le date significative rappresentano solo le boe attorno alle quali gira un racconto che assomiglia tantissimo a un romanzo. Ci sono personaggi particolari, colpi di scena che pochi conoscono, momenti di entusiasmo e di sofferenza che hanno scandito un viaggio assolutamente incredibile».

Una storia cominciata nei laboratori sartoriali del Dopoguerra, fra corsi di taglio e cucito che sfidavano la povertà più assoluta in cui era nata e cresciuta Olga Fiorini, per intraprendere un’avventura sempre più grande e ambiziosa, sino alla costruzione di un gigante nel mondo dell’educazione.

Per Mauro e Cinzia Ghisellini, d’altronde, l’obiettivo è oggi quello di sempre: «Ogni scelta, ogni novità, ogni investimento effettuato nelle nostre scuole va nella direzione di fare qualcosa di più e meglio per le nuove generazioni. Abbiamo pensato che un libro che ripercorra la storia ACOF sia un modo per mettere un punto fermo su quanto abbiamo realizzato e sul modo in cui intendiamo procedere. In ogni pagina si riscopre il nostro segreto: sentirsi come una famiglia, agire come un’impresa e pensare sempre ai giovani».

Redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore