/ Meteo e ambiente

Meteo e ambiente | 16 agosto 2022, 11:55

A Varese a luglio temperatura massima media più alta di sempre: solo tre giorni sotto i 30 gradi

I dati del Centro Geofisico Prealpino confermano il mese scorso come uno dei più caldi degli ultimi anni: rispetto al trentennio '91-2020 la temperatura è stata mediamente superiore di 3,7°C

A Varese a luglio temperatura massima media più alta di sempre: solo tre giorni sotto i 30 gradi

I dati del Centro Geofisico Prealpino confermano il mese scorso come uno dei più caldi degli ultimi anni. Non si è raggiunto il record assoluto di caldo - che resta di 36.8°C e risale al 27 giugno 2019 - ma è la temperatura media delle massime a impressionare: 32,4 gradi. Colpisce anche il dato relativo ai giorni in cui il termometro ha superato i 30°, ovvero sempre eccetto tre giorni.

«Con una temperatura media di 27,5°C - spiegano dal Centro Geofisico Prealpino - il mese di luglio a Varese si posiziona al secondo posto tra quelli più caldi dopo il 2015 (Tmedia 27,8°C), precedendo il 2019 (26.7°C). Rispetto al trentennio '91-2020, la temperatura è stata mediamente superiore di 3,7°C».

«La temperatura - aggiungono - massima più alta ha raggiunto i 36.0°C ma non ha superato il record assoluto di 36.8°C misurato a Varese il 27 giugno 2019; tuttavia la media delle massime di tutto il mese è stata la più alta mai registrata con 32.4°C, a dimostrare l'eccezionale continuità della canicola. Solo 3 giorni hanno fatto registrare una massima inferiore a 30°C! Nella classifica delle settimane più calde, quella dal 20 al 26 luglio si posiziona al secondo posto».

Luglio 2022 ha stabilito anche il record di mese più soleggiato almeno dal 1983 con 356 ore, con un solo giorno di cielo molto nuvoloso. Il gran calore di questa estate aggrava la situazione di siccità: «Da dicembre 2021, tutti i mesi sono stati sotto media per la pioggia, alcuni quasi asciutti (gennaio, febbraio, marzo). Pochi temporali hanno portato il 52% della pioggia in maggio e il 52% della pioggia di giugno mentre luglio è stato ancora più avaro (31%). Si aggrava la siccità con record di secca del Po, vasti incendi in Italia (Carso, Massarosa, Palermitano) ed Europa (Provenza). Ghiacciai in sofferenza con forte fusione e crolli (in Marmolada con 11 vittime)» conclude l'analisi degli esperti varesini.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore