/ Storie

Storie | 03 luglio 2022, 11:14

FOTO - Novant'anni di Giorgi e un "regalo" speciale: gli occhiali "made in Varese"

Per il suo compleanno la storica attività di ottica di corso Aldo Moro ha deciso di mettere sul mercato un prodotto dedicato alla città: si tratta di un occhiale, personalizzabile, che reca sull'astina la scritta "Varese va vista" e lo skyline con Sacro Monte, Torre Civica e Bernascone

FOTO - Novant'anni di Giorgi e un "regalo" speciale: gli occhiali "made in Varese"

Novant’anni di attività nel cuore di Varese e dei varesini. La stessa Varese e gli stessi varesini cui dedicare - appunto per festeggiare l’anniversario - un prodotto speciale.

L’attività in questione è l’Ottica Giorgi, anzi “Giorgi Luigi” con il nome del fondatore sempre rimasto nella ragione sociale a dare profondità alla storia. Il prodotto speciale, invece, sono gli occhiali “Made in Varese”.

Un oggetto da collezione. Sull’astina due particolari: la scritta “Varese va vista” e lo skyline cittadino per eccellenza, che non può non comprendere il Sacro Monte, le Corti, piazza Monte Grappa con la sua Torre Civica e il Bernascone. Due i modelli disponibili, uno di forma arrotondata, un altro più classico, e tre colori, da combinare con diverse possibilità di personalizzazione, a partire dalle lenti per arrivare alla chance di incidere il proprio nome sulle lenti stesse.

A presentare la novità Alessandro Canossi e la figlia Simona, terza e quarta generazione di un’epopea commerciale iniziata il 20 Luglio 1932, quando Luigi Giorgi, abile incisore con un passato da direttore della Zecca di Tientsin in Cina, apre in corso Roma 11 (oggi corso Aldo Moro) la ditta individuale di incisore e vendita di materiale fotografico e oreficeria. Da subito l'attività viene condotta e seguita anche dai figli Giovanni, Elio e Renzo, nati nel periodo di permanenza in Cina. Poco più tardi, ecco arrivare anche il commercio di prodotti ottici e inerenti all’ottica, grazie al conseguimento del Diploma di "Arte Ausiliara di Ottico” da parte di Elio. 

Salto al 1954: per successione ereditaria nell'attività subentrano in toto i figli. In quegli anni la fotografia é ancora un'arte agli albori e Giovanni con grande passione se ne occupa, seguendo sia il laboratorio di sviluppo e stampa per i clienti che fornendo servizi fotografici esterni. I fratelli Elio e Renzo si dedicano invece all’ottica, sia nella vendita che in laboratorio.

«Già a cinque e sei anni bazzicavo in negozio - racconta oggi Alessandro - Abitavamo in un appartamento sopra di esso e io scendevo ad asciugare, smaltare e ritagliare le fotografie». Con e grazie a lui, i Giorgi danno grande impulso al settore dell’ottica: Alessandro (lo stesso poi farà Simona) si specializza in Optometria, iniziando a offrire ai clienti più servizi e professionalità, una “firma” arrivata fino a oggi, quando la professione si è arricchita della tecnologia digitale e di quanto altro offerto dall’evoluzione tecnica e i Giorgi hanno cavalcato le novità per non perdere di vista l’unico obiettivo che per loro conta: «Seguire il cliente, puntare tutto sulla professionalità».

Nell’immaginare il regalo dei loro novant’anni hanno coinvolto diverse aziende del territorio, ognuna per confezionare una parte di esso, dalla montatura ai sacchettini che contengono l’occhiale. E con altre - Dorsi e Il Clan - si sono trovate e presenteranno le loro idee e i loro prodotti con uno stand ai Mondiali under 23 e under 19 di canottaggio alla Schiranna a fine luglio.

F. Gan.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore