/ Gallarate

Gallarate | 24 giugno 2022, 19:51

Addio a Luciana Zaro: lo sgomento della Giunta comunale e di Ascom

L’assessore Mazzetti: «Ci siamo salutate poche ore prima». Il vicesindaco, Rocco Longobardi: «Sono sconvolto. Una grave perdita». Gianfranco Ferrario, direttore Ascom: «Non ci credo. Ma chiamerò a raccolta i nostri»

L'insegna che tutta Gallarate conosce - Foto dalla pagina Fb dell'attività

L'insegna che tutta Gallarate conosce - Foto dalla pagina Fb dell'attività

«Non può essere vero. Non esiste. Mi rifiuto di crederci». Quando Gianfranco Ferrario, direttore di Ascom, apprende quanto accaduto a Luciana Zaro, la sua reazione è netta. Troppo pesante la realtà dei fatti. Inaccettabile. «Conosco la famiglia, conosco la mamma. Persone molto note in città. Luciana è una donna acuta. Stava sviluppando un bel lavoro con la nostra referente, Milena Betto. Ci trovavamo il venerdì, era contenta di venire da noi».

La gioielleria Zaro è un punto di riferimento per il commercio gallaratese. Una realtà storica, alla quale la città ha conferito una pergamena in occasione dell’assegnazione delle benemerenze civiche. Ma, al di là dei riconoscimenti formali, Luciana Zaro era un presenza. «L’ho intravista poche ore prima della tragedia – ricostruisce l’assessore alle Attività formative, Claudia Mazzetti – ma ho potuto parlarle qualche tempo fa, all’ultima inaugurazione al Maga. La conoscevo da quando ero bambina. Al di là delle esperienze personali, la città perde una donna che a Gallarate voleva bene. Che teneva profondamente alla vita culturale del territorio».

Rocco Longobardi, vicesindaco e assessore alle Attività economiche: «Sono sconvolto. Questa mattina l’ho cercata per consegnarle il materiale sulle attività di animazione estive. Probabilmente non ci siamo incrociati per poco. Era sempre partecipe e propositiva, portava idee per abbellire e vivacizzare la città. Una persona, oltretutto, di grande cultura. Subiamo una enorme perdita».

Ancora Ferrario, che cerca di superare lo sgomento con la mobilitazione: «Luciana Zaro era dotata di un’intelligenza acuta. Mi metterò subito in contatto con il nostro presidente, Renato Chiodi. E chiamerò a raccolta i nostri associati».

Stefano Tosi

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore