/ Territorio

Territorio | 10 dicembre 2021, 16:30

FOTO E VIDEO. Tamponi drive through a Gorla Maggiore, è tutto pronto. Almeno 500 test al giorno

Il taglio del nastro e la benedizione sul centro tamponi Covid di Gorla Maggiore sanciscono la partenza dell'hub “drive through” nell'area ex Tsg in via Sole. La messa in opera da lunedì 13 dicembre, con 500 test giornalieri su appuntamento e mandato di Ats

FOTO E VIDEO. Tamponi drive through a Gorla Maggiore, è tutto pronto. Almeno 500 test al giorno

Le tende sono piantate, così come i box prefabbricati delle quattro zone dove si effettueranno l'accettazione e i tamponi “drive through” dal 13 dicembre. A Gorla Maggiore, nell'area ex Tsg è tutto pronto. Anche le lingue d'asfalto e la segnaletica orizzontale dettano con chiarezza i percorsi da seguire. Manca soltanto qualche indicazione in più sulle strade periferiche per raggiungere il centro tamponi Covid, ma i cartelli saranno posizionati entro lunedì dalla Protezione civile. Quando si entrerà in azione e ci si metterà all'opera, dopo l'inaugurazione ufficiale di questo pomeriggio, venerdì 10 dicembre.

La benedizione del parroco, don Valentino Viganò, e il taglio del nastro alla presenza del sindaco di Gorla Maggiore, Pietro Zappamiglio, con Emanuele Antonelli nelle vesti di presidente della Provincia di Varese, Emanuele Monti (presidente della commissione sanità della Regione Lombardia) e i vertici di Asst Valle Olona (il direttore generale Eugenio Porfido e quello sociosanitario, Marino Dell'Acqua).

Gli spazi del polo dell'emergenza comunale, recentemente sistemati e sede della Protezione civile gorlese, diventeranno così il nuovo punto di riferimento per l'effettuazione dei tamponi per quanto concerne buona parte della popolazione del Sud della Provincia. Si stimano, infatti, almeno 500 test al giorno, su appuntamento e con il mandato di Ats. Il “drive through” di Gorla Maggiore sostituirà in tutto e per tutto Lonate Pozzolo, che lunedì chiuderà il punto tamponi al distretto sanitario.

«Il tempo di una telefonata con Marino Dell'Acqua e ci siamo resi disponibili; credo che il compito della politica, in questo particolare momento, sia soprattutto quello di rispondere ai bisogni del territorio – ha sottolineato il sindaco Pietro Zappamiglio – Questo luogo può diventare la risposta ed è pure la vocazione di quest'area, pensata per le emergenze. Siamo fieri di ospitare questo servizio, a beneficio dei gorlesi e di tutta la popolazione della provincia».

«Quando i nostri eroi chiamano, dobbiamo esserci e rispondere presente» ha aggiunto Emanuele Antonelli, estendendo il ringraziamento ad operatori, forze dell'ordine e volontari in “prima linea” nel fronteggiare la pandemia. «Preghiamo per tutti coloro che si impegneranno in questo centro e che operano per il bene comune, affinché abbiano sempre la forza di collaborare e lavorare insieme a beneficio delle nostre comunità» ha detto il parroco, don Valentino Viganò, prima di impartire la benedizione sul nuovo centro tamponi. Infine, Emanuele Monti, che ha sottolineato il «lavoro prezioso fatto dall'amministrazione di Gorla Maggiore» e ricordato come nella legge di riforma della sanità lombarda «abbiamo valorizzato il ruolo dei sindaci e la collaborazione con le Ats».

GUARDA IL VIDEO

Una prima conoscenza e perlustrazione dell'hub di Gorla Maggiore è stata fatta oggi pomeriggio, appena dopo il taglio del nastro. E tutto è realmente pronto, a livello di strutture e di “forze”, con operatori sanitari e volontari pronti a scendere in campo in questa nuova fase di contrasto alla pandemia. L'Asst Valle Olona ha stipulato una convenzione con l'amministrazione gorlese, in accordo con Ats Insubria, al fine di implementare e migliorare la struttura organizzativa, con le richieste per i tamponi che si stanno facendo sempre più pressanti – anche per le diverse quarantene scolastiche e la platea delle persone in isolamento fiduciario, perché contatti di caso - con Gorla Maggiore che potrà sfruttare una capacita maggiore di analisi al giorno (negli orari dalle 8.30 alle 15.30) e in una modalità molto più veloce e ordinata, contando sul “drive through”, ovvero senza scendere dalla propria auto.

L'ingresso sarà da via Sole, con l'amministrazione comunale che ha aperto un varco funzionale all'attivazione del drive through, anticipando di fatto un'opera già prevista nel secondo lotto di lavori nell'area ex Tsg, e l'uscita su via Togliatti, verso la SP19.

L'AREA

Dopo la bonifica della copertura, l'area ex Tsg è stata al centro, recentemente, del primo lotto d'intervento di riqualificazione approntato dall'amministrazione comunale. Con l'obiettivo, altrettanto ambizioso, di farla diventare una grande base logistica nell’ambito della sicurezza e dell’emergenza. A partire dalla Protezione civile, che oggi ha già la sua sede in un settore dell’ex complesso industriale. I lavori del primo lotto, giunti a conclusione, hanno previsto la realizzazione di spogliatoi uomini e donne e nuovi servizi igienici, interessando una superficie di 280 metri quadrati. Adesso, l'area esterna è pronta per ospitare l'accesso al drive through, con logistica e percorsi differenziati in ingresso e uscita, tra l'altro in una zona del paese facilmente raggiungibile e ben collegata per la vicinanza della Strada Provinciale 19 e dell'imbocco di Pedemontana. Rispondendo ad una reale emergenza (esigenza) del territorio, come negli intenti del comune.

Alessio Murace

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MARZO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore