/ Territorio

Territorio | 30 agosto 2021, 16:28

Gavirate vuole riunire sindaci ed esperti per combattere insieme il dissesto idrogeologico del territorio

Il Comune affacciato sul lago di Varese ha subito negli ultimi mesi numerosi e pesanti danni. «Al momento possiamo solo eseguire opere di mitigazione del rischio - spiegano dal Comune - distribuiremo materiale di prima emergenza e istituiremo un coordinamento di monitoraggio»

Gavirate vuole riunire sindaci ed esperti per combattere insieme il dissesto idrogeologico del territorio

Fronteggiare efficacemente e soprattutto prevenire i danni provocati sempre più spesso dagli eventi metereologici che colpiscono frequentemente il nostro territorio.

Questo l'obiettivo dell'amministrazione comunale di Gavirate che nel medio termine si impegna a organizzare un incontro con tutti i sindaci della zona sud del Parco Campo dei Fiori, «per condividere la situazione e le problematiche ed intraprendere azioni organiche, coordinare un sistema operativo ed esercitare unitariamente sollecitazioni e pressioni necessarie verso gli enti sovracomunali» si legge in una nota del Comune gaviratese.

«Nel medio lungo termine - si legge ancora nella nota - il Comune ha l'obiettivo di farsi promotore di un convegno nel quale seri e veri esperti possano confrontarsi e condividere pubblicamente informazioni, conoscenze, comportamenti e buone prassi, affinché ciò possa veramente contribuire nell'aiutarci a fare tutto ciò che è nelle nostre possibilità per minimizzare i danni in caso di futuri ma non improbabili nuovi cambiamenti climatici».

«Auspichiamo anche - prosegue l'amministrazione comunale gaviratese - che agli studi sul clima e sugli impatti climatici seguano urgentemente le azioni; l'impatto che i cambiamenti stanno avendo su flore, fauna e sulla nostra società non ci è forse mai parso così chiaro. E' la politica, quella cosiddetta di alto livello, mondiale, nazionale e comunitario che dovrebbe agire, mettendo a disposizione le risorse necessarie. L'impegno della nostra amministrazione non è mai mancato e non mancherà sia direttamente che indirettamente nel gestire non solo l'emergenza ma anche nel mettere in campo tutto il possibile per opere di prevenzione e tutela. Nel frattempo i danni e le rovine cadono addosso sulle teste dei territori e degli abitanti, dando la possibilità a pochi urlatori o aizzatori di popolo che cavalcano la situazione di ottenere una fugace visibilità per propri opportunistici e piccini interessi».

Il Comune di Gavirate ripercorre tutti gli eventi calamitosi che hanno colpito il territorio comunale negli ultimi mesi, a partire dal giugno 2020, con l'esecuzione di lavori d'urgenza per un totale di circa 170 mila euro e danni pubblici per 700 mila euro e 95 mila per i privati. 

Nel febbraio del 2021 l'assegnazione dal Ministero dell'Interno di 399 mila euro per interventi di messa in sicurezza , quindi il 28 luglio l'alluvione che si è abbattuta sul paese causando 975 mila euro di danni al territorio e 315 mila ai privati cittadini.

«Nell'immediato la possibile attività da mettere in campo, che è in corso grazie alle disponibilità economiche comunali, è quella di mitigare il rischio - conclude l'amministrazione comunale - nel brevissimo periodo è prevista anche la distribuzione di materiali per la prima emergenza e materiale informativo, nonché l'istituzione di un coordinamento di monitoraggio, allo scopo di assicurare la massima tempestività in caso di emergenza». 

 

 

M. Fon.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore