/ Politica

Politica | 29 giugno 2021, 13:39

VIDEO. Le prime parole di Matteo Bianchi: «Saremo la squadra di tutti, rimetto in gioco me stesso e ciò che ho ottenuto finora. In campo con valori e idee diverse dal centrosinistra»

Il neo candidato sindaco del centrodestra nel capoluogo: «Io non varesino? Ho studiato, fatto sport e vissuto la città. In dieci anni da primo cittadino a Morazzone ho imparato che bisogna ascoltare i cittadini e mantenere la parola dato. Dimettermi? Mi auguro di farlo appena sarò sindaco»

VIDEO. Le prime parole di Matteo Bianchi: «Saremo la squadra di tutti, rimetto in gioco me stesso e ciò che ho ottenuto finora. In campo con valori e idee diverse dal centrosinistra»

Ha avuto la benedizione di Matteo Salvini (leggi QUI), quella di tutti i vertici locali della Lega (leggi QUI) e domani sera si presenterà ufficialmente anche agli alleati e alla sezione. Matteo Bianchi è il candidato sindaco, per davvero, della coalizione di centrodestra alle prossime amministrative e sfiderà Davide Galimberti (leggi QUI le prime parole del sindaco nei confronti dello sfidante).

«Ho dato la mia disponibilità con entusiasmo e consapevole della sfida importante che mi attende - le prime parole di Bianchi - Ho chiesto al mio leader, Matteo Salvini, garanzie per poter coinvolgere le migliori persone della società varesina, affinché anche Varese possa avere il governo dei migliori. Avremo bisogno del sostegno di tutti i partiti e delle liste civiche di centrodestra, ma anche di persone che hanno voglia di impegnarsi in un programma alternativo al centrosinistra».

Un programma che si distinguerà partendo da valori diversi, con maggior attenzione al tema degli investimenti e del coinvolgimento dei privati. «Tutti argomenti - spiega Bianchi - che costruiremo con una squadra importante per dare un governo a Varese per i prossimi cinque anni che riteniamo debba cambiare passo».

Situazione che Matteo Bianchi, pur non essendo varesino, conosce bene: «Non credo sia una causa ostativa alla mia candidatura. Ho una profonda conoscenza del tessuto varesino, qui ho studiato e fatto sport ma è chiaro che bisogna darsi da fare tutti insieme e ragionare come squadra. A cominciare da domani, quando mi presenterò ai militanti ma ascolterò tutti i cittadini che quotidianamente vivono la città. È quello che ho imparato facendo il sindaco per dieci anni a Morazzone: ascoltare le persone, dare delle risposte e mantenere la parola».

Alla richiesta di dimissioni da deputato avanzata dalle opposizioni (leggi QUI) risponde invece così: «Lo farò nel momento in cui, come tutti quanti ci auguriamo, verrò eletto sindaco. Questo è previsto dalla norma e il sacrificio personale di rimettersi totalmente in gioco, dopo una carriera che non ha bruciato le tappe con 20 anni di gavetta, mi va riconosciuto». 

 

Valentina Fumagalli


SPECIALE POLITICA
Vuoi rimanere informato sulle notizie di politica e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 340 4631748
- inviare un messaggio con il testo POLITICA VARESENOI
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
VareseNoi.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP POLITICA VARESENOI sempre al numero 0039 340 4631748.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore