/ Territorio

Territorio | 29 maggio 2021, 10:30

Parte il 5 giugno il Challange Open Water 2021 che farà tappa anche a Monate e a Maccagno

La manifestazione sportiva nazionale di nuoto in acque libere, organizzata dall'associazione "I Glaciali" di Gazzada Schianno inizia da Vulcano per poi arrivare sul lago a Travedona il 20 giugno e sul Maggiore l'11 luglio

Parte il 5 giugno il Challange Open Water 2021 che farà tappa anche a Monate e a Maccagno

Mancano pochi giorni alla tappa iniziale del Challenge 2021 Open Water, la manifestazione nazionale di nuoto in acque libere che partirà da Vulcano il 5 e 6 giugno; tutto organizzato dall'associazione "I Glaciali" di Gazzada Schianno. 

«Ci abbiamo creduto durante il lockdown - spiega il presidente Marcello Amirante - a gennaio abbiamo attraversato lo stivale in zona rossa sognando questa nuova tappa quando era forse azzardato solo pensarla. Abbiamo fatto una diretta dal tetto di una casa di Lipari, con pochi gradi nell’aria e tanto vento gelido provando a far sognare la comunità del nuoto in acque libere in un momento davvero difficile. Sembrava impossibile appunto, ma ora ci siamo: con responsabilità e voglia di ripartire, non certo facendo finta di nulla, ma anzi volendo portare un segnale importante di come si possa fare convivendo con questa situazione. In un momento storico come questo è necessario dare a tutti l’opportunità di fare sport e tornare a vivere la preziosa socialità che ne consegue. Il fatto che un evento di condivisione sportiva segni la ripartenza e l’inizio della stagione di Vulcano crediamo sia semplicemente fantastico, oltre che un forte segnale delle motivazioni e necessità della grande comunità del nuoto in acque libere».

Sono oltre 500 le iscrizioni alle 4 gare in programma il week end del 5 e 6 giugno nell’incantevole location di Vulcano, patrimonio dell’umanità UNESCO: un risultato davvero strabiliante per una tappa alla prima edizione che dà solo l’idea, in un anno come questo, della potenzialità di questa gara destinata a diventare imperdibile per gli appassionati del nuoto in acque libere di tutto il mondo. Quanta bellezza nel vedere rappresentate ben 57 Squadre da Trento a Ragusa, passando per Firenze e Benevento, che si contenderanno i Trofei Best Team e Big Team ! Sono ben 9 i Team che superano gli 8 alfieri di squadra e 15 le regioni di provenienza.

Il ritiro pacchi gara è possibile solo se muniti di autocertificazione Covid e accettazione dell’estensione del regolamento sulle modalità di gestione della giornata, tutta improntata sul rispetto dei protocolli preparati dall’organizzazione con l’ausilio della Società Nazionale di Salvamento, mentre l’ingresso degli atleti nell’area gara è consentito solo con mascherina di protezione. Anche le premiazioni si svolgono con lo stretto rispetto del distanziamento sociale e l’uso dei dispositivi di protezione: un “sacrificio” a cui tutti gli atleti si sono ben prestati già lo scorso anno capendo bene quale fosse la delicatezza di essere tra le uniche gare organizzate in Italia.

Il Challenge 2021 proseguirà con le tappe lacustri di Travedona Monate il 20 giugno con la Traversata dei Pionieri e di Maccagno con Pino e Veddasca l’11 luglio, con la Traversata dei Castelli sul lago Maggiore. Il 24/25 luglio andrà in scena a Baratti (LI) il 1° Campionato italiano di nuoto in acque libere coordinato con la Società Nuoto Piombino, mentre il 12 settembre è prevista la tappa di Noli (che assegnerà anche i Trofei del 150° anniversario della Società Nazionale di Salvamento) ed il 26 settembre di Peschiera del Garda tra le mura patrimonio dell’UNESCO. Si chiuderà il Challenge nell’oramai classica tappa di Ischia il 9 e 10 ottobre, anch’essa unica al mondo per scenari storici e marini.

Informazioni ed iscrizioni su www.italianopenwatertour.com

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore