/ Calcio

Calcio | 09 aprile 2021, 08:17

Stadio Aperto, capitani a confronto: «Avanti Pro Patria, tu sai dare fiducia»

Riccardo Colombo promette ai tifosi: «Un altro annetto? Vediamo, non mi precludo niente, ma ora sono carico per fare i playoff». Matteo Serafini: «Un vero capitano non deve mai farsi vedere demotivato». Un confronto schietto tra aneddoti e promesse per il futuro

Ricky Colombo a Stadio Aperto con Marilena Lualdi e Matteo Serafini, sotto i tifosi intervenuti in video

Ricky Colombo a Stadio Aperto con Marilena Lualdi e Matteo Serafini, sotto i tifosi intervenuti in video

I primi calci "al paese", la gioia di essere reclutati tra i professionisti, formati come uomini prima ancora che calciatori. E poi la maglia della Pro Patria incollata sul cuore. A Stadio Aperto, il talk show della nostra testata fa incontrare due capitani tigrotti: quello che adesso sta portando la Pro Patria con altri senatori e giovanissimi verso la meta dei playoff. In realtà un "ragazzino" che si sta divertendo moltissimo, come Riccardo Colombo. E quello che si sentirà sempre così, con i colori biancoblù addosso per ciò che gli hanno trasmesso, Matteo Serafini: via da sei anni, ma mai veramente.

Nella serata (che in un momento di disguido tecnico, ha visto in pista Serafini  anche nei panni di anchorman disinvolto), un confronto sincero, fatto di racconti, aneddoti, emozioni, brividi nel raccogliere i quesiti e gli attestati di affetto dei tifosi. Riccardo e Matteo, quattro anni di differenza, la fiducia - che bella questa parola affiorata nella trasmissione, un ingrediente fondamentale della Pro, si assicura - che il calcio possa essere questo. E che "questo" inizi dai settori giovanili, troppo spesso sottovalutati, si rimarca, e invece ben chiari nelle prospettive della società biancoblù.

Riccardo il ragazzino di quasi 39 anni, viene sollecitato dal tifoso Lele Magni: un altro annetto, Ricky? «Io sto bene - ride Colombo - Ne parliamo alla fine dell'anno, non mi precludo niente, ma adesso sono carico per fare i playoff».

 

GUARDA IL VIDEO

 

Prima il dovere. Quello che devi insegnare ai più giovani (dai quali tuttavia devi essere pronto a imparare, come da tutti) mica come le parole. Con i fatti, osserva Colombo, dal tenere in ordine al comportamento quotidiano. Sono le piccole cose che fanno la differenza.

Non ti puoi permettere - per essere un capitano doc - di farti vedere demotivato, sottolinea Serafini, neanche se hai problemi. E per essere capitano della Pro ci vuole l'artiglio.

GUARDA IL VIDEO 

Una maglia, un'emozione: quella tigrotta, certo, ma non solo. Riccardo confessa il brivido quando ha indossato quella del Toro, con la sua storia, i suoi campioni, un popolo dietro.

GUARDA IL VIDEO

Ma Pro Patria è anche un popolo straordinario che fa così male non poter abbracciare allo stadio ora. Tanto più con derby come l'ultimo con il Lecco o il prossimo con il Novara. Speriamo, sospira Riccardo Colombo, almeno a una gara di playoff. Verrebbe, Serafini? Anche domani, confessa.

Pro Patria è amicizia come quella offerta da Daniele De Grandis, che si rivolge ai capitani con parole toccanti. E a Colombo fa una richiesta precisa: «Fammi sognare». Si sa, alle richieste di questo tifoso che non conosce ostacoli di fronte alla sua squadra non si può dire di no. Ricky del resto non ci pensa nemmeno: fiducia tigrotti, avanti tutta.

GUARDA IL VIDEO 

 

GUARDA L'INTERA PUNTATA

Ma. Lu.


Vuoi rimanere informato sul Varese e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 340 4631748
- inviare un messaggio con il testo VARESE CALCIO
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
VareseNoi.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP VARESE CALCIO sempre al numero 0039 340 4631748.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore