/ Territorio

Territorio | 08 aprile 2021, 10:25

Un fiume d'affetto e di ricordi per Bruno Bertagna, il volontario di Cocquio scomparso ieri

Tantissimi i messaggi di cordoglio e gli aneddoti sulla vita di Bruno da tutto il Varesotto, a partire dalla "sua" Soms di Caldana e dal mondo del ciclismo: «Sei sempre stato esempio di disponibilità, allegria e generosità»

Bruno Bertagna in una foto tratta dalla pagina Facebook della Soms Caldana

Bruno Bertagna in una foto tratta dalla pagina Facebook della Soms Caldana

Un fiume d'affetto e di vicinanza sta sommergendo famigliari e amici di Bruno Bertagna, il volontario di Cocquio Trevisago, impegnato in diverse associazioni, scomparso ieri e ricordato anche dal sindaco Danilo Centrella (LEGGI QUI)

Aneddoti, ricordi, emozioni continuano a susseguirsi sui social da parte di centinaia di persone che lo hanno conosciuto e lo hanno apprezzato per il suo impegno e voglia di fare e spendersi a favore della comunità. A partire dal mondo del ciclismo della provincia di Varese, a partire dall'organizzazione della Pedalata di San Valentino a Gavirate. «Bruno Bertagna è stato un grande appassionato dirigente del Gruppo Sportivo Berti, da sempre promotore e organizzatore di manifestazioni amatoriali» il ricordo sulla pagina Facebook di CicloVarese. 

Toccante la lettera indirizzata a Bruno dai consiglieri della Soms di Caldana, associazione di cui Bertagna era uno dei cardini. «Caro Bruno, non pensavamo di volerti così bene, questa "improvvisata" proprio non ce l'aspettavamo! Sei sempre stato per noi tutti l'esempio della disponibilità, dell'allegria e della generosità. Perché tu, persona buonissima, gentile e sempre sorridente con tutti indistintamente, eri anche il trade-union tra la vecchia e nuova generazione della Soms, l'unico che aveva uno speciale feeling con i "giovani" del gruppo H2nO, sempre presente anche alle loro feste estive dove portavi grande allegria. Moltissime persone ti hanno conosciuto e ti ricorderanno al bar del Parco Clivio durante La Castagnata di Caldana, dove dispensavi una buona parola per tutti mentre preparavi caffè e riempivi bicchieri di vino. Per tanti eri "il fotografo", sempre presente in tante manifestazioni sportive e non e sentiamo ancora la tua voce entusiasta pochi giorni fa dal microfono davanti al bar Campo dei Fiori, mentre commentavi il passaggio a Caldana delle cicliste per il Trofeo Binda. Bruno già ci manchi; ci auguriamo che il tuo ricordo sia di conforto e di stimolo per il futuro. Grazie per tutto quello che con l'esempio del tuo grande altruismo ci lasci. Guardaci dall'alto e aiutaci a sorridere, ne avremo tanto bisogno. Ciao Brunetto, caro amico!!!!»

M. Fon.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore