/ Territorio

Territorio | 06 aprile 2021, 16:17

Cresce la Protezione Civile di Besozzo che trova anche "casa"

Verrà inaugurata a breve la nuova sede dell'associazione, ora "autonoma" da Monvalle, ricavata all'interno di due aule dell'ex Cfp: acquisito anche un nuovo automezzo. Successo per l'iniziativa "A te non serve più, a noi sì".

Cresce la Protezione Civile di Besozzo che trova anche "casa"

Il neonato gruppo di Protezione Civile di Besozzo, che si è staccato, con i suoi nove attuali volontari, da Monvalle, avrà presto una nuova sede, che è stata ricavata in due aule dell'ex Cfp, di fianco al Comune, le quali saranno adibite in una sala operativa e in una stanza dedicata alle riunioni.

«Come Comune siamo molto soddisfatti della costituzione del gruppo di Protezione Civile - afferma il sindaco Riccardo Del Torchio - abbiamo volontari di giovane età ma di elevata preparazione che hanno voglia di fare e di impegnarsi a favore della comunità, non solo nella tutela del territorio ma anche nell'emergenza sanitaria, come dimostra l'iniziativa coordinata dal Comune con i medici di base di vaccinare a domicilio le persone fragili e allettate». Una presenza, quella degli "angeli gialli", molto apprezzata anche dai besozzesi che hanno contribuito con una raccolta fondi che ha superato quota 18 mila euro allo sviluppo del progetto.

Una cifra consistente che ha consentito l'acquisto di un mezzo allestito con luci, sirene e lampeggianti per rendere più efficace l'azione della Protezione Civile sul territorio. Generosità dimostrata anche nel progetto di riciclo a favore della Prociv "A te non serve più, a noi sì", attraverso la quale i volontari stanno allestendo la loro sede, riutilizzando oggetti. Una fase di grande sviluppo dove non si può non ricordare la figura di Aldo Racchetti, scomparso recentemente e anima della Protezione Civile besozzese. «Aldo manca molto - osserva Del Torchio - spesso durante le riunioni con i volontari capita di parlare ancora di lui al presente, come se la sua forte personalità non se ne fosse mai andata; il gruppo sta continuando il lavoro sul territorio con lo stesso entusiasmo». 

A coordinare il gruppo adesso è Erika Chiesa che di Racchetti era stata stretta collaboratrice con al suo fianco Jacopo Marzio. «Abbiamo le stesse idee, di metterci a disposizione del territorio e delle sue esigenze - spiega Chiesa - Aldo ci ha lasciato dei mobili per la nuova sede e anche i besozzesi ci stanno aiutando molto, donandoci tavoli da lavoro sedie e persino una macchinetta del caffè. Attualmente il gruppo è composto da nove volontari, con cui collaborano anche altre persone esterne». Con l'emergenza Covid, i compiti degli "angeli gialli" sono decisamente aumentati, come la consegna di farmaci e spesa per le persone in quarantena o come le vaccinazioni a domicilio per le persone fragili. Nessuno si è mai tirato indietro, la voglia di fare è sempre tanta e con la nuova sede e il nuovo mezzo si potrà fornire un servizio ancora più efficace. «Il nostro obiettivo è quello di essere utili ai cittadini» conclude la coordinatrice. 

Matteo Fontana

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore