/ Eventi

Eventi | 17 ottobre 2020, 18:28

Varese dalla parte dei diritti. In piazza per la legge contro l'omotransfobia e misoginia

Il coro è unanime: «E' necessaria una legge senza compromessi e che diffonda cultura e sensibilizzazione sulle discriminazioni»

Varese dalla parte dei diritti. In piazza per la legge contro l'omotransfobia e misoginia

Si è tenuto nel pomeriggio di oggi, in piazza Monte Grappa, la manifestazione in favore del ddl contro l'omotransfobia e misoginia. L'evento è stato realizzato in piena sicurezza, con mascherine, distanziamento e gel a disposizione dei partecipanti.

«Non possiamo più aspettare - ha detto alla piazza Giovanni Boschini, presidente Arcigay Varese - Le violenze contro le persone LGBT e le donne sono ormai quotidiane e colpiscono anche molte persone che si rivolgono alla nostra associazione. Persone sbattute fuori di casa solo per il fatto di essere gay o trans. Vogliamo fondi e garanzie per le vittime di discriminazioni».

Sono intervenuti anche Stefano Rizzi (CGIL Varese), Ester De Tomasi (ANPI Provinciale Varese), Zen Bertagna (Associazione cuorinversi), Giulia Carloni (Responsabile scuola Arcigay Varese), Yvan Molinari (responsabile gruppo trans Arcigay Varese). Tra le realtà presenti Volt Varese, Un'altra storia, Potere al Popolo, All Out.

Dalla piazza il coro è unanime: è necessaria una legge senza compromessi e che diffonda cultura e sensibilizzazione sulle discriminazioni dopo trent'anni di tentativi caduti nel vuoto.

 

Val. Fum.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore