/ Varese

Varese | 13 settembre 2020, 13:17

L'ironia di Varese 2.0 sul Pd: «Aprono ai fuggitivi del centrodestra, ai cespugli e ai 5 Stelle. Tutto va bene, madama la Marchesa...»

Il movimento del vicesindaco Zanzi sarcastico sul cantiere elettorale aperto dal Pd per la ricandidatura di Galimberti: «Siamo un cespuglio anche noi, piccolo o grande lo dirà la storia, ma vogliamo provare a fare politica diversamente, senza trasformismi e con chiarezza. Prima eravamo scomodi perché si apriva al centrodestra, ora siamo scomodi perché non ci allineiamo…»

L'ironia di Varese 2.0 sul Pd: «Aprono ai fuggitivi del centrodestra, ai cespugli e ai 5 Stelle. Tutto va bene, madama la Marchesa...»

Ironia e sarcasmo, oltre alla rivendicazione della propria diversità e di un modo "diverso" di fare politica. Il movimento Varese 2.0 che esprime il vicesindaco Daniele Zanzi fa il punto dopo l'apertura del "cantiere elettorale" che sosterrà la ricandidatura di Davide Galimberti. Non senza stoccate ai nuovi alleati e al metodo utilizzato fin qui.

Il comunicato di Varese 2.0.

Da alcune settimane abbiamo sottoposto al Partito Democratico cittadino, in pressing sul nostro Movimento civico per conoscerne le intenzioni in vista delle prossime elezioni amministrative, un semplice e persino banale quesito: con chi avremmo avuto il piacere di condividere questo percorso e su quali basi programmatiche. A parte un ultimatum di accettare un'adesione a scatola chiusa, siamo rimasti inutilmente in attesa. Poi d’improvviso i “coup de théâtre”!

Siamo passati dall’apertura ai fuggitivi, ai delusi e ai dissidenti del centro destra, alla presentazione dei numerosi cespugli più o meno rigogliosi, per arrivare all’accordo con i 5 Stelle. Mancherebbero all’appello PLI, PRI, PSDI E PDUP… chissà che nei prossimi giorni non si arrivi ad un accordo anche con i loro eredi...

Crediamo che oggi sia chiaro a tutti il senso, ma faremmo meglio a dire il buonsenso, delle nostre parole e delle nostre richieste. Ma soprattutto crediamo sia molto più chiaro il senso della nostra assenza.

Siamo un cespuglio anche noi, grande o piccolo lo racconterà la storia, ma vogliamo ancora una volta riaffermare il diritto di fare politica diversamente, o almeno provarci. Prima eravamo scomodi perché si apriva al centrodestra, ora siamo scomodi perché non ci allineiamo… però qualcuno ci dovrà spiegare, ma soprattutto dovrà farlo agli elettori, quanta “comodità” ci sia nell’aprire un “cantiere elettorale” così ampio e disomogeneo.

Ed è per questo che non potevamo esserci alle riunioni di maggioranza: perché abbiamo visto trasformismi, perché non c’è chiarezza di intenti, perché non c’è vera condivisione. Troppo comodo limitarsi a registrare un’assenza, la nostra, e non spiegarci, prima, come potranno trovare una sintesi i progetti di Italia Viva/Lega Civica, i programmi delle due anime del PD, le istanze ambientaliste dei Verdi, quelle riformiste di Progetto Concittadino con la benedizione del Movimento 5 Stelle.

Le distanze ci sono, inutile negarlo, marcate sul “come fare”, minori sul “cosa fare” e una riflessione profonda su questa affermazione sarebbe davvero importante che la politica, tutta, incominciasse a farla.

Non saremo noi a sbattere la porta, piacerebbe a molti lo sappiamo, ma abbiamo preso un impegno con i nostri elettori e siamo comunque fieri ed orgogliosi di aver contribuito a fare le tante cose che sono state fatte.

Il dialogo resta una grande opportunità, ci sono ancora lunghi mesi davanti, ma ci deve essere la volontà di averlo. Se poi, invece, si vogliono alimentare, perché è più facile e comodo, i dissapori e le distanze, ad esempio facendo parlare ondivaghi e rancorosi “ex appartenenti al movimento”, si sappia che è la politica a perderci, non certo Varese 2.0.
Cordialmente.
Varese 2.0


SPECIALE ELEZIONI 2021 - VARESE
Vuoi rimanere informato sulla politica di Varese in vista delle elezioni 2021 e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 340 4631748
- inviare un messaggio con il testo VARESE POLITICA
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
VareseNoi.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP VARESE POLITICA sempre al numero 0039 340 4631748.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore