/ Salute

Salute | 04 agosto 2020, 16:51

Nuova viabilità interna all'ospedale di Busto: più sicurezza per i pedoni e gli automezzi

Le nuove disposizioni entreranno in vigore dal 24 agosto: il progetto verrà esteso successivamente anche agli ospedali di Gallarate, Saronno e Somma Lombardo.

Nuova viabilità interna all'ospedale di Busto: più sicurezza per i pedoni e gli automezzi

 

Migliorare la circolazione di pedoni e mezzi all’interno dell’area ospedaliera di Busto Arsizio: accrescere la sicurezza degli utenti, correlata all’emergenza sanitaria da Covid-19, disciplinare gli ingressi degli automezzi da parte del personale esterno, personale dipendente e assimilato, garantire spazi riservati a particolari categorie di persone, ad esempio i disabili, tutelare il regolare svolgimento dell’attività sanitaria, mediante la nuova definizione delle aree adibite alla sosta, semplificare i transiti apponendo nuova segnaletica stradale.

Sono queste le premesse che hanno portato la Direzione dell’ASST Valle Olona a riorganizzare a 360 gradi la circolazione all’interno dell’Ospedale di Busto Arsizio. Il progetto sperimentale riguarda in prima istanza il Presidio bustocco, e sarà successivamente esteso agli altri Ospedali aziendali (Gallarate, Saronno e Somma Lombardo). La volontà del riordino viabilistico è frutto, inoltre, di una collaborazione tra Direzione e Polizia locale del Comune, che assicurerà la vigilanza e il controllo dell’area, nel rispetto del Codice della Strada. Le scelte aziendali sono dettate da una maggior tutela verso chi utilizza l’Ospedale per ragioni di cura, assistenza o lavoro, come spiega il Direttore Sanitario, dottoressa Paola Giuliani: «Il piano di riordino della viabilità all’interno degli Ospedali dell’ASST Valle Olona ha diverse finalità: adeguare alle esigenze di sicurezza, migliorare i percorsi e la logistica, implementare il distanziamento sociale. Il nuovo piano intende superare le logiche del “se” verso un criterio di protezione dell’intera comunità che si muove dentro ai perimetri del Presidio. La cooperazione con la Polizia municipale, inoltre, realizza la continuità tra città e Ospedale, parte integrata e di riferimento per la collettività tutta».

Le nuove disposizioni dovranno essere rispettate a decorrere dal 24 agosto 2020.  

 

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore