/ Calcio

Calcio | 25 luglio 2020, 22:21

La lettera di un tifoso del Varese: «Finalmente ho potuto rialzare la testa e so che arriveremo a fine campionato»

Lunedì primi arrivi (tutti scommettono su Disabato). Ci scrive Lorenzo, cuore biancorosso: «Il "terrore" di Stefano, l'umiltà del ds e il mio grazie a Rosati e a chi accanto a lui ha portato avanti il progetto. Chi critica lo fa perché vorrebbe essere lì insieme a voi»

Stefano Pertile e Stefano Amirante ieri a Viggiù per la presentazione di staff societario e tecnico del Varese

Stefano Pertile e Stefano Amirante ieri a Viggiù per la presentazione di staff societario e tecnico del Varese

In attesa del primo acquisto biancorosso per la serie D (tutti scommettono su Disabato), che sarà sicuramente varesino e verrà annunciato lunedì come anticipato ieri dal direttore sportivo Gianni Califano, riceviamo e pubblichiamo la lettera di Lorenzo, tifoso del Varese che si è presentato ieri a Viggiù (leggi QUI tutte le dichiarazioni e guarda le foto). 

____
«Non potevo chiedere di meglio. Fatti e poi parole, da tempo non ne eravamo più abituati, noi biancorossi. Eppure bastava così poco. Ma eravamo feriti perché a parole in tanti ci avevano illuso, in tanti avevano giocato con i nostri sentimenti.

Dopo 6 anni finalmente ho provato di nuovo orgoglio nell'ascoltare chi rappresenta la squadra del mio cuore.

Parole chiare accompagnate da concretezza, attenta pianificazione e piedi per terra.

A me sinceramente poco importa se a pronunciarle sia Tizio, Caio, Sempronio. Tantomeno mi importa se la persona che le pronuncia sia antipatica, simpatica, bella o brutta. Eppure ieri mi sono emozionato, mi sono gasato. 

Finalmente quando mi chiederanno che fine ha fatto il Varese potrò rispondere senza abbassare gli occhi a terra... senza dover dire che è nei bassifondi... che non si sa arriverà a fine campionato. Finalmente potrò tenere la testa alta.

Grazie Antonio Rosati, perché il passato non si dimentica, ma se oggi posso parlare ancora del Varese, sognando e sperando, in fondo è merito tuo e della costanza di chi accanto a te ha portato avanti un progetto e un sogno disegnato nella sua mente da tanti anni.

È stato bello percepire inoltre l'emozione di un D.S. che con tanta umiltà si è presentato al servizio di una città. Ed è stato bellissimo percepire "il terrore" di Stefano, uno di noi, che sente la responsabilità e l'adrenalina, da trasformare in voglia di andare sempre più a testa alta.

Perché in fondo io lo so, chi critica o chi storce il naso, la pensa esattamente come me, ma non ha il coraggio di dirlo: "Che bello sarebbe essere lì insieme a voi".

Lorenzo»

Redazione


Vuoi rimanere informato sul Varese e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 340 4631748
- inviare un messaggio con il testo VARESE CALCIO
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
VareseNoi.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP VARESE CALCIO sempre al numero 0039 340 4631748.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore