/ Varese

Varese | 07 luglio 2020, 20:25

Coronavirus, il dg di Ats Insubria in consiglio: «Il nord della provincia meno colpito del sud. Contagi meno diffusi rispetto al resto della Lombardia»

Lucas Maria Gutierrez ha esposto ai consiglieri comunali i dati relativi al Coronavirus (7.860 persone contagiate, 5.854 guarite e 1.201 decedute tra Varese e Como) parlando della gestione dell'emergenza: «L'incidenza dei nuovi casi è notevolmente ridotta, da 41.7 a 1.6 ogni mille abitanti, ma i cittadini devono continuare a rispettare le regole»

Coronavirus, il dg di Ats Insubria in consiglio: «Il nord della provincia meno colpito del sud. Contagi meno diffusi rispetto al resto della Lombardia»

Si è aperta con l'audizione del direttore generale di Ats Insubria, Lucas Maria Gutierrez, la seduta del consiglio comunale a Palazzo Estense che ha poi sentito presidente e dg della Fondazione Molina (leggi QUI). 

Il dg dell'agenzia di tutela della salute è stato ascoltato in relazione alla gestione dell'emergenza Coronavirus, dall'inizio della pandemia fino ad oggi. Il totale dei casi è di 7.860 persone colpite da Covid nelle provincie di Varese e Como, 5.854 sono le persone guarite e 1.201 quelle decedute. «Il dato interessante che ci fa capire l'andamento della pandemia nel nostro territorio è però quello dell'incidenza dei nuovi casi - ha detto Gutierrez - A Varese si è passati in nove settimane da 41,7 a 1,6 ogni mille abitanti».

I consiglieri comunali hanno potuto poi porre alcune domande, che si sono concentrate sull'andamento dei contagi in provincia di Varese. «Il Nord della provincia è stato sicuramente meno colpito del Sud - ha detto Gutierrez -, ma Varese rimane in generale, rispetto alle altre provincie della Lombardia, quella in cui i contagi si sono meno diffusi».

Sulla medicina del territorio Gutierrez ha ribadito che Ats è stata «vicina ai medici di medicina generale che consideriamo fondamentali e sono stati in grado di dare risposte efficaci. La medicina del territorio è sicuramente da potenziare e stiamo lavorando per farlo. C'è anche da dire che a Varese si è stati in grado di fare quello che altrove non è stato possibile, anche grazie alle associazioni che operano sul territorio».

Sulla necessità di potenziare le Usca, le unità speciali di continuità assistenziale, Gutierrez ha sottolineato che «sono state istituite su indicazione governativa e tarate sulle esigenze del territorio. Lavorano su richiesta dei medici di base e hanno eseguito in tutto 92 interventi: qualora ci fosse bisogno di potenziarle siamo pronti a farlo». 

Infine i consiglieri hanno chiesto se e quante Rsa del territorio abbiamo accolto pazienti esterni Covid positivi su richiesta di Regione Lombardia. «Regione Lombardia in periodo di massima pressione sugli ospedali ha chiesto alle Rsa, dove ci fossero le condizioni per farlo, di accogliere pazienti Covid positivi in fase di guarigione. Nessuna delle nostre Rsa si è resa disponibile, nessun paziente Covid positivo è stato trasferito nelle nostre residenze per anziani»

Sulla questione di una possibile ripresa dei contagi, invece, Gutierrez ha rassicurato tutti: «Abbiamo licenziato un documento specifico che riguarda la ripresa delle attività e le disposizione da seguire, attendiamo invece indicazioni sulle scuole ma qualora non arrivassero ci attiveremo per fornirle. Abbiamo già programmato una vasta campagna di vaccinazione anti influenzale per dare maggiore copertura ed evitare che in autunno ci siano situazioni sintomatiche allarmanti legate ad altre influenze e non al Coronavirus. Infine, da domani si riunirà un comitato tecnico scientifico per andare a lavorare su un programma di intervento specifico relativo ad una eventuale ripresa dei contagi che non ci colga impreparati».

Valentina Fumagalli

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore