/ Territorio

Territorio | 27 giugno 2020, 13:05

Arcisate corre "a numero chiuso" nel ricordo di Max Pesipi, Vincenzo Zagari ed Enzo Gaspari

La staffetta organizzata dall'Atletico Arcisate domani unirà in un abbraccio Somma alla frazione di Velmaio in ricordo di tre amici scomparsi. Tra i partecipanti anche il sindaco Cavalluzzi e l'assessore Breda

Arcisate corre "a numero chiuso" nel ricordo di Max Pesipi, Vincenzo Zagari ed Enzo Gaspari

L'Atletica Arcisate nella mattinata di domani, domenica 28 giugno, non potendo ricordare con la consueta manifestazione podistica denominata “Quatar pass par Arcisà" che quest’anno sarebbe giunta alla 35sima edizione, ha voluto comunque onorare la memoria degli amici Max Pesipi, Vincenzo Zagari ed Enzo Gaspari.

I volontari dell'associazione sportiva di Arcisate hanno infatti deciso di organizzare una staffetta podistica a numero chiuso di circa 30 chilometri, suddivisi in tre tappe: Somma Lombardo - Mornago, Mornago - Varese , Varese - Velmaio.

La partenza per la dozzina di partecipanti è prevista dalla sede dell'associazione “Anfass” di Somma Lombardo, paese in cui lavorava il compianto Max Pesipi, e dopo aver attraversato i luoghi dell'incidente a Mornago, avvenuto nel 1995, gli stessi 12 staffettisti raggiungeranno il cimitero di Velmaio, in cui riposa appunto l’amico Max Pesipi.

Simultaneamente una rappresentanza dell'associazione partirà dal cimitero di Arcisate, dove riposano Vincenzo Zagari ed Enzo Gaspari, in modo da arrivare insieme al gruppo di podisti presso lo stesso cimitero di Velmaio per un saluto a Pesipi.

A partecipare come podisti, oltre ai tanti sostenitori del gruppo, ci saranno anche il sindaco di Arcisate Gianluca Cavalluzzi, grande amico del compianto Max Pesipi, e l’assessore ai lavori pubblici del comune di Arcisate Alan Breda, amico di Enzo Gaspari e Vincenzo Zagari.

Andrea Galizia

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore