/ Varese

Che tempo fa

Cerca nel web

Varese | 10 gennaio 2020, 17:00

La Consulta Giovanile su rivolta e sospensioni di massa all'Isis Newton. «Serve dialogo, polemiche inutili»

La presidente Roberta Varani: «Priorità è risolvere il problema del riscaldamento in tutte le scuole. Chiederemo un incontro con il presidente della Provincia. Giornata dedicata il 10 febbraio a Villa Recalcati»

La Consulta Giovanile su rivolta e sospensioni di massa all'Isis Newton. «Serve dialogo, polemiche inutili»

Riceviamo e pubblichiamo anche l'intervento della presidente della Consulta Giovanile comunale, Roberta Varani, sui gravi fatti accaduti all’Isis Newton (leggi qui), e a cui sono seguite le reazioni dei genitori dei 77 studenti sospesi (leggi qui) e di altri esponenti politici cittadini (leggi qui qui e qui).

Come Presidente della Consulta Giovanile sto seguendo con attenzione e sono in costante contatto con i rappresentanti degli studenti dell'Isis Newton per superare al più presto la difficile situazione che i ragazzi stanno vivendo. L’unico modo per raggiungere l’obiettivo è quello di lavorare insieme, in un’ottica di condivisione e dialogo, anche con la dirigenza dell’istituto.

La priorità adesso è risolvere i problemi di riscaldamento, ormai all'ordine del giorno in diversi istituti scolastici di Varese. Le polemiche non servono, bisogna raggiungere al più presto una situazione di normalità per il bene degli studenti, che hanno il diritto di frequentare le lezioni e studiare in condizioni di normalità. È quindi assolutamente necessario, come primo passo, organizzare un incontro con il presidente della Provincia ed esporre la sistematicità della problematica, arrivando ad elaborare una strategia per eliminare i disagi nel minor tempo possibile.

I gravi fatti occorsi al Newton, con le conseguenti sanzioni adottate, rappresentano una manifestazione di disagio degli studenti, sulle cui cause come Consulta stiamo lavorando attraverso una giornata dedicata in programma per il 10 febbraio a Villa Recalcati, alla presenza di dirigenti scolastici e nella speranza che possa essere altresì un'occasione di scambio e arricchimento reciproco per le scuole di Varese, centrali nel nostro organo in quanto principale luoghi di interazione tra i ragazzi del territorio. 

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore