/ Canottaggio

Canottaggio | 05 giugno 2024, 12:25

Federica Cesarini vince anche senza Olimpiadi: «Difficile accettare di non essere a Parigi. Non mi arrendo e continuo a lottare»

L'atleta ventisettenne di Cittiglio vincitrice dell'oro sul doppio pl con Valentina Rodini a Tokyo non potrà difendere il titolo in Francia: decisivi un avvicinamento con troppi infortuni e la scelta del direttore tecnico azzurro. Federica va oltre a tutto con parole piene di orgoglio e dignità: «Ho dato il 100%, non mi fermerò qui. Grazie a tutti per il vostro costante sostegno e per aver creduto in me. Tiferò per il mio super eroe Luca Chiumento»

Federica Cesarini vince anche senza Olimpiadi: «Difficile accettare di non essere a Parigi. Non mi arrendo e continuo a lottare»

«Difficile accettare di non partecipare alle Olimpiadi. Ma non mi arrenderò e continuerò a lottare anche grazie a voi»: Federica Cesarini da Cittiglio vince anche così, nel momento in cui dice addio alla possibilità di difendere la medaglia d'oro conquistata a Tokyo sul doppio pesi leggeri in coppia con Valentina Rodini.

La ventisettenne atleta con un post pieno di dignità, orgoglio e verità di questa mattina parla agli amici e ai tantissimi che le sono stati sempre accanto di una «decisione non facile da accettare»: dopo aver lottato ed essersi ripresa dagli infortuni - stessa sorte, ma purtroppo più ravvicinata rispetto all'appuntamento olimpico, per la compagna Rodini - la nostra Federica ultimamente pareva in gran forma e, al di là di non aver centrato l'obiettivo nel preolimpico di Lucerna, concluso al quarto posto anche per via di un avvicinamento tortuoso punteggiato dagli "esperimenti" decisi dal direttore tecnico Francesco Cattaneo, c'è il rammarico di non avere in acqua a Parigi quella che appare comunque come la coppia più forte e il doppio più veloce del canottaggio femminile italiano, pur reduce da un momento tormentato a livello fisico. Ci sarebbe infatti stata la possibilità di scegliere Federica e Valentina per schierarle comunque sul doppio senior (alle Olimpiadi si qualificano le barche, non le singole atlete, e il doppio azzurro ci sarà). 

Ma Federica, andando oltre tutto e a queste considerazioni che sono soltanto nostre e di chi esercita liberamente il proprio diritto d'opinione come noi, usa parole di una sportività e un'onestà assolute che ce la fanno apprezzare ancora di più proprio in questo momento difficile. Resta la nostra campionessa, non solo ai remi. Ed è l'unica cosa che conta.

Le parole di Federica Cesarini 

Cari amici,
dopo più di due settimane di riflessione, finalmente ho capito che non parteciperò alle prossime Olimpiadi. Questa decisione non è stata facile da accettare. Negli ultimi anni, mi sono impegnata al massimo, mettendo il mio 100% in ogni allenamento e competizione. Ho lottato contro numerosi infortuni e ho affrontato il continuo stress delle numerose prove in barca, che miravano a creare la barca migliore (scelta che non condividevo).

Nonostante tutti gli sforzi e i sacrifici, il risultato non è stato quello che speravo. Ora mi sono presa il tempo di metabolizzare tutto e di riflettere su questo percorso. Anche se è stato difficile, cerco di vedere il lato positivo e dedicarmi a ciò che mi appassiona fuori dallo sport.

Voglio rassicurarvi che non smetterò di praticare sport, perché è una parte fondamentale della mia vita e continuerà ad esserlo. Anche se in questo momento sto affrontando delle difficoltà, non mi arrenderò e continuerò a lottare. Grazie a tutti per il vostro costante sostegno e per aver creduto in me. Questo è solo un nuovo capitolo, e sono pronto a vedere cosa mi riserva il futuro.

Ora è il momento di tenere duro e tifare per il mio super eroe Luca Chiumento.
Federica Cesarini

A.C.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore