/ Territorio

Territorio | 29 maggio 2024, 07:53

Cocquio Trevisago, revocata l'ordinanza sul divieto di utilizzo dell'acqua potabile

«Siamo contenti che l'emergenza sia rientrata in tempi rapidi - afferma il sindaco Centrella - i nuovi controlli effettuati da Alfa hanno confermato che i valori sono rientrati nei parametri previsti dalla normativa»

Cocquio Trevisago, revocata l'ordinanza sul divieto di utilizzo dell'acqua potabile

E' rientrata a Cocquio Trevisago l'emergenza idrica che aveva portato il Comune ad emettere un'ordinanza che vietata il consumo di acqua potabile (LEGGI QUI).

Di seguito il comunicato del sindaco Danilo Centrella e dell'amministrazione comunale:

«Gentili concittadini,

siamo contenti che l’emergenza di non potabilità dell’acqua sia rientrata in tempi rapidi, grazie ai nuovi controlli effettuati dall’Ente erogatore Alfa che ha confermato che i valori sono rientrati nei parametri previsti dalla normativa.

Come da comunicazioni già inviate, le analisi sono state effettuate da Ats in data 20/05, refertate il giorno 22/05, ma pervenute al nostro Ente e all’Ente erogatore Alfa solo in data 27/05.

A questo punto la nostra Amministrazione si è subito attivata attenendosi alle disposizioni indicate da Ats ossia emettendo l’ordinanza a Voi prontamente comunicata.

Contestualmente si è provveduto a richiedere ad Alfa il supporto di autobotti per garantire il rifornimento di acqua potabile ai cittadini e alla struttura per disabili “Istituto Sacra Famiglia”, fortemente in difficoltà.

Nella stessa serata sono pervenuti autobotti con 4000 litri di acqua potabile posizionate al parco dell’amicizia, punto strategico e centrale del paese, e presso l’istituto per disabili.

Inoltre, sempre nella stessa serata , grazie alla collaborazione di Croce Rossa, Protezione Civile e Volontari del comune, è stato allestito un campo base per coordinare gli interventi necessari sul territorio comunale in supporto ai nostri cittadini.

Nella giornata odierna, in attesa del risultato delle nuove analisi, sono arrivate tre autobotti con 20000 litri di acqua per sopperire alle esigenze dei cittadini, che prontamente ne hanno usufruito.

Considerata la tardiva comunicazione al Comune da parte di Ats, relativa alle analisi del giorno 20/05, chiederemo una spiegazione in merito attraverso le vie istituzionali». 

Redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore