/ Hockey

Hockey | 09 febbraio 2024, 19:34

La Coppa dalle grandi orecchie e una famiglia dove l'hockey è simbolo di passione: il trionfo dei Varese Crazy Bees (FOTO e VIDEO)

Il più giovane ha 16 anni e il più esperto è un portiere di 60: la squadra amatoriale del presidente Cesarini e dell'allenatore Suominen, ma che s'allena e gioca con lo spirito e la fame dei grandi, ha trionfato a Chiasso nel campionato LAHC. E ha bevuto nella grande coppa al bar del palaghiaccio come accaduto ai Mastini un anno fa. Prossimo sogno: le final four del torneo italiano previste a giugno all'Acinque Ice Arena

Omar Cagnina e Lorenzo Broggi con la coppa dei "campioni" vinta dai Varese Crazy Bees. A lato e sotto nella gallery tutte le foto di Michele Del Re

Omar Cagnina e Lorenzo Broggi con la coppa dei "campioni" vinta dai Varese Crazy Bees. A lato e sotto nella gallery tutte le foto di Michele Del Re

Stesso posto, stesse emozioni. Hanno bevuto anche loro dalla Coppa con le grandi orecchie quando si sono presentati mercoledì prima di notte al bar del palaghiaccio, hanno ballato, hanno cantato, si sono abbracciati e magari a qualcuno sarà anche scappata una lacrima esattamente come accadde un anno fa ai Mastini dopo la conquista della coccarda tricolore. 

Se a sessant'anni si può ancora giocare in porta, come è accaduto alla fine della partita che a Chiasso contro i padroni di casa (gara 1 è stata vinta 7-2 e gara 2 5-1: clicca QUI per il video della festa sul ghiaccio) ha assegnato il campionato LAHC 2023/24 contro le squadre ticinesi agli amatori dei Varese Crazy Bees ("amatori" deriva da amore, un amore per cui fare sacrifici, allenamenti serali, partite il sabato, ritrovarsi in pista - seppur da amici o ex compagni - a fare gli hockeysti, metterci il cuore e il bastone, a volte i gomiti, mica a scherzare), questa Coppa non vale meno di qualunque altra coppa o vittoria, soprattutto se conquistata a Varese dove la parola hockey è un brivido che elettrizza generazioni come quelle unite in pista dai Crazy.

Se Lorenzo Broggi e Omar Cagnina possono alzare il trofeo fuori dal bar del palaghiaccio - a nome di tutti i compagni e del presidente Matteo Cesarini, a cui si deve la scintilla originale in cui ci sono anche i vecchi Killer Bees - nella notte della festa (scommettete che sarà soltanto la prima?) in quella coppa dei desideri traboccante di birra e passata di mano in mano e in quelle onde di delirio avranno certamente intravisto, come immaginiamo ora noi, lo stesso riflesso fatto di varesinità, radici, complicità e passione allo stato purissimo che ha accompagnato un anno prima la stessa gioia nello stesso posto. 

Se dai 16 anni di Andrea Pianezzi a Claudio Trombetti, il portierone sessantenne, si riescono a costruire una squadra e una chimica vincenti, se più di una trentina di questi "campioni" - a cui s'aggiungono una quindicina di ragazzi della scuola hockey - si ritrovano ogni lunedì e giovedì sera guidati da coach Suominen, se una storia nata appena dieci anni fa arriva a scrivere una pagina bella e storica come questa, allargandosi anche alla Svizzera dove la lega amatoriale è davvero svizzera e cioè impeccabile e di qualità (quinti, terzi, primi la progressione dei Crazy), se tanti piccoli grandi amici sostenitori si legano a quest'avventura, se ora ci si tufferà nella lega amatoriale italiana con trasferta il 25 febbraio a Torre Pellice e il sogno delle final four di Varese dell'8 e 9 giugno, se quando si gioca in casa il sabato sera alle 19 ci sono 250-300 persone, ecco se tutto questo è tenuto assieme dall'hockey, come si fa a non amare questo sport. E a non sognare di brindare anche tutti noi, insieme ai Crazy, nella coppa dalle grandi orecchie.  

Il roster dei Crazy Bees campioni con numeri di maglia e ruoli

Stefano Angei (78, portiere), Antonio Federico Delaria (27, p), Nicola Barban (14, attaccante), Josef Bellea (11, a), Lorenzo Broggi (93, a), Omar Cagnina (94, difensore, presidente squadra), Tommaso Calcaterra (6, a), Fabio Cattozzo (16, a), Miguel Colangelo (25, d), Giuliano Consoli (9, d), Alessandro D'Ambros (88, a), Sabdro Gambitta (28, d), Omar Garbuio (15, a), Cesare Gatto (14, a), Alessandro Giacomelli (38, a), Matteo Gottardello (29, a, assistente), Davide Guerrini (83, a), Florin Lecis, 2, a), Mirko Localzo (7, d), Giacomo Lorioli (36, a), Mattia Macciachini (67, d), Lorenzo Marchi (90, a), Niccolò Mascioni (39, d), Tommaso Mascioni (87, a), Benedetto Pirro (71, a), Ilkka Suominen (97, a, coach), Tommaso Teruggia (19, a), Stefano Tonetto (55, a, capitano), Davide Toniolo (84, d), Matteo Toniolo (48, a), Claudio Trombetti (64, p), Matteo Valli (18, d, assistente), Micael Villano (56, p).

Files:
 ROSTER VARESE CRAZY BEES 1  (64 kB)

Andrea Confalonieri


Vuoi rimanere informato sui Mastini Varese e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 340 4631748
- inviare un messaggio con il testo MASTINI VARESE
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
VareseNoi.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP MASTINI VARESE sempre al numero 0039 340 4631748.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore